ABBIATEGRASSO – Sabato pomeriggio, Michele Pusterla, attuale portavoce in Consiglio Comunale di ‘Abbiategrasso Merita’, ha condotto la presentazione dei candidati in lista in questa tornata elettorale che il 12 giugno deciderà chi governerà la città nei prossimi 5 anni. Con emozione, Pusterla ha citato la pandemia e il momento difficile a causa della guerra che ci fa ancora più apprezzare la libertà di espressione. Dopo il momento di silenzio richiesto ‘per le perdite umane’, Pusterla ha annunciato la presentazione di ciascun candidato, “ciascuno porta quello che è e lo mette a disposizione per il bene comune. La lista si ripresenta dopo 5 anni perché ha ben coltivato, come l’orto che, se non hai passione e non lo curi, non dà frutti… Abbiamo messo in campo una lealtà critica in una coalizione che ha tante sensibilità differenti, il lavoro da fare è trovare una sintesi che permetta di portare avanti quanto promesso ai cittadini e critica perché convinti che non bisogna rinunciare alla propria identità per condividere un cammino… siamo qui per una continuità amministrativa fondata sulla centralità della persona”. Primo a presentarsi l’ass. Roberto Albetti: “Sono ancora qui nonostante l’età, questa lista ha fatto molto in questi 5 anni, vorrei continuare per finire le cose impostate, non poche”. E’ quindi seguito l’elenco delle cose fatte dal suo assessorato ai Lavori Pubblici con i relativi importi. Ha citato la piscina (costata oltre 5 milioni €), la firma del contratto per l’illuminazione pubblica che in meno di un anno porterà 4000 punti luce led (oltre 3 milioni €). In 5 anni, ha ricordato, sono stati investiti 25 milioni di euro in opere pubbliche, per le scuole, il cimitero, la manutenzione delle strade. Ha ribadito il sì convinto al raddoppio ferroviario fino alla stazione di Abbiategrasso e al progetto Anas per la strada, indispensabili per rilanciare il territorio per le Olimpiadi 2026 a cui, ha aggiunto, ci stiamo già preparando. Ha concluso dicendo: “Chiedo la conferma di Nai sindaco per dare uno sviluppo alla città, periferie comprese”. Di seguito Beatrice Poggi, assessore a Cultura e Sport, che ha deciso di ricandidarsi “per dare un volto nuovo alla città. Nonostante la pandemia abbiamo realizzato 70 eventi di intrattenimento e altre iniziative all’Annunciata, abbiamo indetto un bando per invitare gli enti del terzo settore per renderli ancora più partecipi. Abbiamo intrapreso un cammino anche per la valorizzazione turistica, il Giro d’Italia ha fatto conoscere la città ovunque, così la Bit per valorizzare il Naviglio, il Ticino, il nostro ambiente così peculiare, alle porte di Milano. Dobbiamo connotarci sempre più per portare i turisti. Il punto che mi sta più a cuore è l’emergenza educativa, problema prioritario per cui abbiamo creato Comunità Educante, una rete con tutti i soggetti, scuole, associazioni, Ats. Sogno una città da amare e di cui essere fieri”. Sara Valandro, già consigliere eletta nella lista Nai sindaco poi passata ad Abbiategrasso Merita con delega alle Pari Opportunità, ha ricordato di “aver esteso le opportunità a tutte le persone. Mi sono occupata di disabilità, ho costruito una rete con le associazioni. Questa città la sogno inclusiva, senza barriere culturali né fisiche”. Pusterla ha continuato a chiamare in ordine alfabetico tutti i candidati a cominciare da Lisa Albanese: “Ho 21 anni- ha detto- studio scienze biologiche, sono alla mia prima esperienza”. Tiziana Barlottini, insegnante, tutor alla Cattolica, si occupa di scuola e dell’ambito educativo: “Ho scelto questa lista del fare e dell’agire”. Luca Bartolucci si ricandida con chi condivide idee e progetti e ritiene Abbiategrasso “una piccola chicca”, da far conoscere il più possibile. Anna Bernardini è pensionata e volontaria in Parrocchia, vuole lavorare soprattutto per le periferie. Paolo Bonecchi è avvocato, Presidente della Fondazione Casa di Riposo, si ricandida e conferma la massima disponibilità a lavorare per le persone fragili. Alberto Chapuis, commerciante, si ricandida per implementare quanto è già stato fatto. Lo stesso vale per Giorgio Gallone che vuole valorizzare l’esperienza. Si ripresenta anche Marco Garzetti, agricoltore e assessore quand’era sindaco Albetti. Francesco Moroni è invece alla sua prima esperienza politica. Emanuele  Pansera, che era all’asilo con Nai, è presidente dei Cacciatori e vuole valorizzare soprattutto gli spazi periferici ed esterni. Simone Paolucci ha 40 anni, è un legale, si occupa di amministrazione in ambito sanitario. Roberta Lucia Parola si ripresenta, opera in ambito sanitario, mentre Paolo Reja è alla sua prima esperienza, è consulente del lavoro ed esperto di sicurezza. Ernestina Rossi ha 28 anni, è impiegata e mamma. Jessica Spinnato ha 31 anni, si è trasferita in città da 5 anni, gestisce una cartoleria, ha un bimbo. Agnese Tacchini, educatrice, già consigliere comunale e in Provincia con la Lega, si è occupata di politiche sociali, femminili, del lavoro. Christian Troiano ha 21 anni, studia scienze politiche e dice di avere idee e progetti nuovi. Andrea Zattoni di Fotoexpress si ricandida, il suo slogan “Sostieni il centro storico aperto”. Della lista fanno parte anche Martina Montanaro e Michele Rognoni, assenti per impegni di lavoro. Ognuno degli intervenuti ha portato esperienze e desideri, in chiusura Cesare Nai si è dichiarato soddisfatto degli amici di questa lista che lo hanno accompagnato nei 5 anni e che continuano a sostenerlo. E.G.

Hits: 0