CASSINETTA DI LUGAGNANO – Un Villaggio di Natale caldo e accogliente, nel cortile “riscoperto”. Con le casette, i giochi, la cioccolata calda e tutto il resto. Realizzato interamente con materiale riciclato: vecchi bancali, tavole in legno, antichi manufatti in pietra trasformati in panchine per leggere, un angolo per farsi “i selfie”, fotografarsi con le renne. E una buca delle lettere speciale per inviare le letterine a Babbo Natale. Cassinetta di Lugagnano si è preparata così per festeggiare il suo “Natale Insieme”. Un’unica comunità, piccola ma inclusiva e solidale che, con tutte le precauzioni del caso imposte dalle normative anti Covid, ha voluto comunque ritrovarsi per festeggiare. Giornate di appuntamenti organizzati dai consiglieri delegati agli eventi, alle associazioni e all’estetica, Fabiana Magro, Roberto Pisati e Nadia Taiola, e dall’assessore all’Educazione Tamara Maggi, momenti di convivialità e condivisione per riscoprire il senso della comunità, dello stare insieme. A partire dal luogo, il Comune, la casa di tutti i cassinettesi.

Un gruppo di volontari, capitanati dal Consigliere con delega alle Piccole Opere Domenico Palladino, con Guido Bellavista, l’ex assessore Angelo Portalupi, Loris Vergani, Ippolito De Marchi, Elena Rubin e Anna Montagna, nelle settimane che hanno preceduto le festività, hanno   lavorato intensamente, ripulito il cortile di Palazzo Negri, che negli anni era diventato una discarica e un magazzino a cielo aperto, e hanno realizzato e addobbato le Casette. Ritornato a nuova vita il cortile “riscoperto” è diventato parte integrante del Parco Comunale, a disposizione di tutti i cittadini e dei visitatori che vorranno fermarsi a leggere o a conversare sulle panche in pietra all’ombra dei pini, accanto al Naviglio. Così, solo con gli scarti di recupero, tanta passione e creatività, e una spesa di ben 20 euro per i chiodi e le viti, i volontari hanno realizzato un vero e proprio Villaggio di Natale, che è stato al centro dei festeggiamenti e ha ospitato, nelle sue Casette, le realtà associative del paese, che hanno messo in mostra i loro doni. Nei due fine settimana che hanno preceduto le festività e la Vigilia del Natale tanti sono stati gli appuntamenti per ritrovarsi, con la mascherina e distanziati, ma con la voglia di stare insieme e sentirsi comunità. “Abbiamo avuto pochissimo tempo, solo un mese e mezzo, dall’insediamento del 23 ottobre – afferma il sindaco Domenico Finiguerra – ma grazie all’impegno di tutti, è stato possibile dare ai Cassinettesi alcuni giorni di Festa nel clima natalizio. Per fare una comunità non servono tante risorse. Ciò che è indispensabile è la voglia di stare insieme, ritrovarsi e riconoscersi nel percorso comune che ci lega e che durante le feste brilla davanti a noi”.

Hits: 0