GAGGIANO – Gaggiano paese a “tasso zero” sembrerebbe un annuncio finanziario, invece si tratta di una anomala morìa di esemplari del grosso mustelide, denominato appunto tasso (Meles Meles Linnaeus). Uno strano fenomeno si sta registrando in questi giorni nella campagne attorno all’abitato di Gaggiano: il ritrovamento di esemplari di mustelidi di grosse dimensioni; si tratta di tassi adulti, notoriamente animali notturni piuttosto rari e difficili da vedere.

Considerando che le carcasse ritrovate al momento sono tre e sono nelle adiacenze di strade piuttosto trafficate, verrebbe da pensare che la causa del loro decesso possa essere un urto con mezzi in transito. Stranamente però nessuno degli esemplari mostra tracce di sangue, neppure attorno alla bocca o al naso, cosa che in genere si riscontra in casi di morte violenta da urto. Stranamente tutti gli esemplari (che si stima pesino circa 15 kg quindi adulti di alcuni anni di età) mostrano un rigonfiamento anomalo del ventre come se la causa del loro decesso potesse essere una forma di avvelenamento. Qualche timore tra gli abitanti del paese comincia a manifestarsi perché è piuttosto diffusa l’abitudine di passeggiare su strade e sentieri adiacenti al paese in compagnia dei propri cani. La preoccupazione che ci possano essere dei bocconi avvelenati comincia a diffondersi in paese. Sarebbe una bella cosa che le carcasse venissero recuperate da personale qualificato e sottoposte ad una analisi, in modo da stabilire l’esatta causa del decesso, ed eventualmente fugare ogni dubbio che nelle campagne della zona possano essere gettati bocconi avvelenati. Antonio Varieschi

 

Views: 654