Per conoscere ciò che sta succedendo all’interno dell’Unione e capire l’evoluzione dei fatti bisogna far chiarezza. A seguito dell’intervento dell’illustrissimo Prefetto si è giunti

ad una ragionevole conclusione: convocazione della giunta e dell’assemblea dell’Unione per espletare tutte le formalità degli atti rimasti in sospeso. Il Comune di Zelo Surrigone non ha condiviso le decisioni prospettate dalla presidenza dell’Unione e si e’ rivolto

all’organo di controllo sugli enti (la Prefettura), quest’ultima ha fortemente voluto, proponendo in

alternativa il commissariamento, la soluzione più logica che

anche la nostra Amministrazione aveva più volte proposto. Chiaramente il Prefetto ha inviato le sue considerazioni finali ad entrambi i Comuni a seguito di una serie di indicazioni ben

precise da seguire entro tempi e modi ben precisi. Nella gestione di questa complessa e difficoltosa situazione il Comune di Zelo Surrigone sta lavorando seriamente per cercare di contenere i disagi per i cittadini e sostenere gli uffici per le molteplici incombenze che ricadono su di loro.

Inoltre sin dalla comunicazione del recesso, il Comune di Zelo Surrigone ha operato per garantire la continuità dei servizi e dal primo di luglio l’ufficio tecnico ha riaperto lo sportello

negli orari di apertura settimanale e in concomitanza anche l’ufficio tributi ha ripreso l’attività nella giornata di martedì, entrambi nei locali del Comune di Zelo. Questo e’ cio’ che con impegno stiamo ricostruendo cercando la collaborazione anche nei Comuni limitrofi perche’

costruendo una rete sicuramente miglioreremo e arricchiremo il complesso dei servizi in essere.

Si ricorda alla cittadinanza che dal primo di luglio è entrato in vigore l’orario estivo pertanto gli uffici avranno un’unica apertura pomeridiana (il martedì) mentre il sabato

resteranno chiusi. Il sindaco di Zelo Surrigone, Gabriella Raimondo

Views: 78