GAGGIANO – Una interrogazione sul  mantenimento nel territorio di Gaggiano del presidio della Croce Oro Gaggiano Onlus sarà presentata nel prossimo Consiglio comunale dalla consigliera di minoranza, del gruppo Rilanciamo Gaggiano, Elena Semeraro. Come si legge nel testo dell’interrogazione “dall’anno 2001 la Croce Oro Gaggiano Onlus svolge l’attività, di pubblica utilità, di trasporto e soccorso sanitario a favore della cittadinanza gaggianese, avvalendosi di strutture comunali; l’attuale sede della Croce Oro Gaggiano Onlus è presso l’ex biglietteria del Palazzetto dello Sport di via Gramsci, come da Convenzione approvata dalla Giunta con delibera n.174 del 17.12.15; a seguito dell’attività di controllo del 22.03.19 sulla sede operativa (di proprietà comunale) della Croce Oro Gaggiano Onlus da parte degli organi preposti (ATS) per l’accertamento della sussistenza e del mantenimento dei requisiti autorizzativi risultava la necessità di Croce Oro di fornire ad ATS: -la dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico della sede di via Gramsci, completa di allegati e delle verifiche periodiche di messa a terra; – la realizzazione di un luogo idoneo esterno dove depositare le bombole di ossigeno; – con mail del 16 aprile 2019, il Presidente della Croce Oro scriveva al Responsabile del Settore Tecnico della necessità di avere la dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico della struttura comunale e di avere l’indicazione del luogo dove depositare le bombole di ossigeno entro la data del 22 aprile 2019 come chiesto dall’ATS; soltanto in data 11 ottobre 2019 (ben 6 mesi dopo!), il Comune, con lettera a triplice firma del Responsabile del Settore Tecnico (Carlo Baj), del Responsabile dei Servizi Sociali (Cristina Cellottini), e l’Assessore ai Servizi alla Persona (Lidia Amalia Follari), rispondeva al Presidente della Croce Oro facendogli presente che: – la Convenzione approvata con delibera di Giunta n.174 del 17.12.15 era scaduta il 01.04.17 e non rinnovata, per cui l’attuale permanenza della Croce Oro nei locali del Palazzetto dello Sport di via Gramsci ‘risulta essere non regolata’ e, in conseguenza, ‘quanto da Voi richiesto con l’e-mail in argomento (mail del 16 aprile 2019 sulla richiesta di adempimenti per l’autorizzazione sanitaria della sede della Croce Oro, n.d.r.) non risulta accettabile dall’Amministrazione comunale sia per questioni tecnica sia logistiche’; la predetta lettera comunale dell’11 ottobre 2019 a triplice firma conclude affermando che ‘l’Amministrazione comunale ritiene per quanto riguarda la locazione presso il Palazzetto di non avere più impegni nei confronti della Vostra Associazione’”. La consigliera Semeraro chiede quindi al Sindaco e agli Assessori Marzia Zucca  e Lidia Amalia Follari di conoscere per iscritto: 1 – le ragioni per le quali non è stata tempestivamente rinnovata la Convenzione tra Comune e Croce Oro Gaggiano; 2 – se esistono comunicazioni ufficiali del Comune di sollecito alla Croce Oro Gaggiano a stipulare una nuova Convenzione; 3 – le ragioni del ritardo di 6 mesi a rispondere alla mail del Presidente della Croce Oro Gaggiano; 4 – se considerano o meno la Croce Oro Gaggiano un rilevante servizio di pubblica utilità svolto apprezzabilmente a favore della cittadinanza gaggianese;  5 – se hanno compreso che, senza i semplici adempimenti richiesti (conformità dell’impianto elettrico e luogo dove depositare le bombole di ossigeno), l’ATS non forniva e non fornisce l’autorizzazione sanitaria alla Croce Oro Gaggiano ad utilizzare la sede comunale di via Gramsci, costringendo così la Croce Oro Gaggiano a reperire una nuova sede logistica ed operativa in un altro Comune; 6 – se intendono reperire una sede idonea nel territorio comunale alla Croce Oro Gaggiano, in quale luogo e con quale tempistica”.

 

 

Views: 155