ABBIATEGRASSO – È stata presentata lo scorso mercoledì 8 novembre la rassegna teatrale “Incontroscena 2017/2018” organizzata dal Teatro Navigli. Una rassegna che però non riguarda solo la città di Abbiategrasso ma coinvolge tutto il territorio, dividendosi tra i Comuni di Rosate, Corbetta, Boffalora, Magenta presso il Teatro Lirico e Cassinetta di Lugagnano. Numerose tipologie di spettacolo sono proposte per questa quinta rassegna dal Teatro Navigli e dal suo direttore artistico Luca Cairati; un percorso consolidatosi anno per anno e che in questo 2017 espone generi che spaziano, esaurendo tutte le esigenze, dal teatro classico a quello comico. Un ventaglio d’offerta che si rivolge a tutti, perfino ai bambini con l’iniziativa “Assaggiamo il Teatro”, che finora ha registrato, ad ogni spettacolo, il tutto esaurito. “La rassegna ha basi solide, garantite da un multilinguismo di offerte teatrali, tanti modi diversi di fare teatro; infatti il primo spettacolo che si svolgerà ad Abbiategrasso riguarda la danza grazie alla compagnia C.L.A.P. Spettacolo dal Vivo – afferma Luca Cairati, direttore artistico della rassegna “Incontroscena” – E’ interessante scoprire come ci sia un’estesa flessibilità nel far diventare i luoghi della nostra città piccoli spazi teatrali; infatti i quattro spettacoli previsti per Abbiategrasso si svolgeranno presso l’Annunciata, i Sotterranei del Castello Visconteo e il Teatro al Corso di corso San Pietro”. La rassegna dedicata alla drammaturgia contemporanea ha l’obiettivo di far vedere i riadattamenti moderni dei grandi classici. Tant’è che si concluderà il 28 marzo con il tradizionale “Romeo e Giulietta”, una pièce adattata dai registi Vittorio Borsari e Manuel Renga. “Una rassegna contenuta per Abbiategrasso, ma è importante, al di là degli spettacoli, far parte di un cartello di Comuni collaborando con Rosate, Cisliano e tutti gli altri coinvolti – conferma l’Assessore alla Cultura Beatrice Poggi – Una rassegna così di successo non poteva non essere riproposta dalla nostra amministrazione”. Gli spettacoli inizieranno sabato 2 dicembre con “7 Quadri + 1”, spettacolo di danza coreografato da Michela Barasciutti, una produzione nata per il 25° anniversario della fondazione della Compagnia: Tocnadanza, un viaggio nello scorrere del tempo presso la suggestiva cornice dell’ex Convento dell’Annunciata. La rassegna riprenderà, dopo la pausa natalizia, il 31 gennaio con lo spettacolo “5cm d’aria”, in cui si assisterà ad un viaggio tra la criminalità organizzata della Lombardia anni ’70, presso i Sotterranei del Castello Visconteo. Mentre il 9 marzo, presso il Teatro al Corso, avrà luogo il penultimo spettacolo “Eva, diario di una costola”, il percorso di una donna che diventa un messaggio universale verso un’oppressione di genere e non. La novità di questa stagione è la possibilità di ottenere un abbonamento per i quattro spettacoli abbiatensi al prezzo di 20 euro. La rassegna ha come obiettivo quello di portare cultura anche nella provincia di Milano, suggerendo diversi generi teatrali per coinvolgere un vasto pubblico ed avvicinarlo ad un mondo, quello del teatro, che non dev’essere dimenticato. Ilaria Scarcella

Hits: 46