ABBIATEGRASSO – Il pomeriggio del 6 gennaio, giornata legata all’Epifania e alla befana, ha visto le vie del centro animate dalla presenza di molte famiglie e bambini, attirati dal corteo dedicato alla “vecchina” e ai Re Magi. In “Cammino con la stella”, organizzato come negli ultimi anni grazie alla collaborazione dell’associazione Amici del Palio con il Gruppo Alpini locale, ha riscosso grande successo di pubblico che ha seguito numeroso il corteo partito dalla piazza San Pietro e giunto in piazza Marconi passando per piazza Castello, probabilmente anche grazie al tempo ancora mite nonostante l’inizio della stagione invernale. Il corteo, aperto dalla banda Filarmonica e da una befana, dispensatrice di dolci caramelle comodamente sistemata sulla slitta su cui capeggiava la stella luminosa, era composto dai pastori, dalla Sacra Famiglia e dai Magi a cavallo, seguiti dal sindaco Pierluigi Arrara, dalle autorità, dagli Alpini e dai rappresentanti degli Amici del Palio nonché da molti abbiatensi e bambini che hanno voluto gioiosamente accompagnare la rappresentazione, che si è conclusa presso il presepe allestito in piazza Marconi, dove i Re Magi hanno posato i loro doni per Gesù Bambino: oro, incenso e mirra. Nella cornice della piazza centrale della città il sindaco Arrara ha salutato i presenti augurando a tutti un anno migliore e ringraziando le due associazioni per i presepi che ogni anno realizzano per la città. Dopo il saluto del sindaco, i presenti hanno potuto gustare vin brulé, panettone, tè e cioccolata caldi, offerti dall’organizzazione, nonché caramelle per i più piccoli offerte da Luca Alabrese. Lo scopo come ogni anno era raccogliere fondi per la locale sezione Anffas, la somma raccolta ammonta a circa 130 euro, non molti se si considera la massiccia presenza di pubblico nella piazza, in questa occasione gli abbiatensi non si sono mostrati molto di cuore considerato il progetto di ampio respiro “Dopo di noi con noi” di Anffas a cui il ricavato voleva essere destinato. Gli organizzatori della manifestazione, Amici del Palio e Gruppo Alpini, due associazioni sempre presenti sul territorio e disposte ad impegnare il loro tempo libero per offrire momenti di convivialità alla comunità, non dimenticando mai di creare occasioni per raccogliere cifre da devolvere in beneficenza, sicuramente non si sono lasciate scoraggiare dalla cifra modesta raccolta e staranno già pensando a come innovare l’iniziativa il prossimo anno per avere un migliore riscontro economico da devolvere in beneficenza. Cristina Brambilla

Views: 59