CISLIANO – Venerdì scorso era uscito per una passeggiata e aveva lasciato i documenti a casa. “Cosa mi potrà succedere?” si sarà domandato l’uomo. E invece quella passeggiata gli è stata fatale. Perché l’uomo, un sessantunenne di Lucernate di Rho, è morto cadendo nel canale Scolmatore proprio a Lucernate. Al momento non si sa ancora se per un malore o per una causa accidentale. Il cadavere è stato poi trasportato dalla forte corrente e a Cisliano, all’altezza del ristorante “La Torre dei Gelsi”, verso le 13.30 è stato notato da un ciclista che ha chiamato subito i soccorsi. Sul posto sono arrivati i Carabinieri del Nucleo Operativo di Abbiategrasso, il 118 e i sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Milano che sono riusciti a bloccare e a ripescare il cadavere con l’aiuto di un elicottero all’altezza di Riazzolo. L’uomo, sprovvisto appunto di documenti, presentava una profonda escoriazione alla testa e altre ferite dovute probabilmente all’impatto della caduta. Nel tardo pomeriggio è arrivata ai Carabinieri di Abbiategrasso la segnalazione, da parte della Questura di Milano, di una scomparsa: erano i parenti del sessantunenne. Così si è arrivati alla risoluzione del giallo, ma la conferma definitiva verrà dal riconoscimento dei familiari, mentre le cause del decesso – annegamento o traumi dovuti alla caduta – saranno stabiliti dall’esame autoptico condotto dall’Istituto di Medicina Legale di Pavia. (Foto Studio Sally). Simona Borgatti

Views: 41