GAGGIANO – Il fatto, accaduto mercoledì 13 aprile alle ore 15, ha generato qualche stupore tra i frequentatori della Novella 73, utenti che con l’arrivo della bella stagione si ritrovano sotto il porticato di via Carroccio. Quantomeno anomalo è stato fermarsi, proprio di fronte al bar, di un mezzo antifiamma, sopraggiunto in sirena, dalla caserma di via Trento di Abbiategrasso, mezzo che è in dotazione ai Vigili del Fuoco Volontari, con quattro persone a bordo, arrivo che si è verificato in contemporanea ad una gazzella dei Carabinieri della Stazione di Rosate. Subito Vigili del Fuoco e Militari si sono diretti nel giardino retrostante il circolo, cortile su cui si affacciano alcuni appartamenti del condominio. Il motivo era un forte odore di gas, che alcuni inquilini dello stabile sentivano dal primo pomeriggio, condizione che ha creato preoccupazione e che ha fatto scattare
l’allarme. Valutato come miglior accesso all’appartamento, da dove provenivano i miasmi, quello esterno, i pompieri per mezzo di una scala sono rapidamente saliti sul balcone e dopo avere forzato una finestra sono entrati nell’appartamento, che in quel momento è risultato vuoto, nessuno si trovava al suo interno. Subito sono stati individuati i punti da dove fuoriusciva una piccola quantità di gas, ma che con il passare del tempo avrebbe potuto saturare i vani e risultare pericolosissima in caso di una scintilla, o di un qualsiasi innesco, provocando una deflagrazione. Le perdite erano due, una da un boiler ed una da un piano cottura, entrambe poca cosa, ma sommate potevano diventare rapidamente un serio problema. Dopo aver aperto tutte le finestre e le porte dei balconi per far uscire il gas, vista l’irreperibilità degli inquilini e l’impossibilità di contattarli personalmente, sono stati chiamati gli operai della società che gestisce la rete della distribuzione del gas, operai che,
arrivati rapidamente sul posto, su disposizione dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri hanno provveduto a rimuovere il contatore, rendendo quindi l’utenza scollegata dalla rete. Nelle ore serali o nel mattino successivo i residenti, che sono dei giovani extracomunitari, dovranno recarsi in caserma e negli uffici della società di gestione del gas per chiarire il motivo del guasto, sembra che all’interno dell’appartamento fossero in corso dei piccoli lavoretti, oltre ai chiarimenti dovranno anche regolarizzare l’intervento. Antonio Varieschi

Hits: 127