ABBIATEGRASSO – Domenica 25 settembre, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, con scrutinio subito al termine delle operazioni di voto, si voterà per il rinnovo del Parlamento italiano e ogni elettore dai 18 anni in su avrà a disposizione due schede, una per la Camera dei Deputati e un’altra per il Senato della Repubblica, su cui esprimere il proprio voto. 

Recenti innovazioni legislative hanno ridotto il numero dei parlamentari da eleggere ed eliminata la necessità di avere compiuto 25 anni per votare per l’elezione del Senato, pertanto tutti i cittadini maggiorenni potranno votare per entrambe le Consultazioni.

Per esprimere il proprio voto, occorrerà recarsi al Seggio con tessera elettorale e documento di identità in corso di validità. Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati, l’Ufficio Elettorale Comunale di p.zza V. Veneto sarà aperto in orario straordinario: venerdì 23 e sabato 24 settembre dalle 9 alle 18; domenica 25 settembre dalle 7 alle 23. Come si vota? Ogni scheda avrà dei rettangolini in cui compare scritto il nome del candidato del collegio uninominale sopra i simboli delle liste ad esso collegate. Accanto a queste sarà presente l’elenco del listino bloccato del proporzionale.

Il metodo più semplice per votare candidato e lista è quello di apporre una X sul simbolo della lista elettorale o su una delle liste della coalizione ad esso collegata. Il voto di lista garantirà l’estensione del consenso al candidato dell’uninominale. Se non si ha nessuna preferenza di lista, ma si vuole votare la candidatura presente nell’uninominale è possibile apporre una X sul nome del candidato o della candidata scelta.

Esistono combinazioni di voto, sempre però connesse a un’unica coalizione, che saranno comunque accettate perché considerate rappresentative della volontà dell’elettore. Se si crociano contemporaneamente simbolo di partito e nome del candidato o della candidata nell’uninominale, il voto sarà considerato valido.

Altrettanto valido è il voto espresso ponendo la X su un nome o sull’insieme dei nomi del listino proporzionale collegato alla lista scelta. Attenzione: il voto disgiunto non è possibile, non si può votare il candidato di una coalizione e una lista di un’altra coalizione, il voto sarebbe nullo perché la volontà dell’elettore sarà considerata confusionaria.

Non lasciare segni ulteriori a quello necessario per la scelta elettorale: potrebbero essere considerati, infatti, come una maniera per far riconoscere indirettamente la propria scheda che, essendo il voto segreto, verrebbe considerata nulla. Alcuni comportamenti dell’elettore sono severamente vietati e sanzionati: l’elettore nonpuò utilizzare il proprio cellulare né dispositivi che permettono di registrare o fotografare il proprio voto all’interno della cabina elettorale; nel caso in cui si fosse colti in flagrante, si rischierebbe una multa da 300 a 1000 euro e, cosa ancor più seria della sanzione amministrativa, la detenzione fino a 6 mesi.

Hits: 0