ALBAIRATE – Il “Progetto Eccellenze” fa discutere l’Amministrazione comunale e la scuola media Erasmo da Rotterdam di Albairate. Il sindaco Flavio Crivellin e la sua giunta non hanno confermato il sovvenzionamento di questo progetto, scatenando le proteste del Dirigente dell’istituto e delle famiglie degli alunni. Il Progetto Eccellenze è dedicato a tutti gli alunni dalla quinta elementare alla terza media. Premia con un viaggio didattico a Roma i migliori due alunni di ogni sezione, al termine del primo quadrimestre. Per l’Amministrazione il problema sta proprio nelle modalità di assegnazione. Queste le parole di Crivellin: “Come sindaco vorrei poter destinare questi 2.900 euro a tutti i ragazzi. Non avendo fondi infiniti vorrei poter destinare questi soldi ad un progetto che includa più studenti. Ad esempio una giornata al Consiglio regionale”. In occasione  dell’open day di sabato 11 gennaio, genitori e insegnanti si sono quindi organizzati per una raccolta fondi molto golosa (erano in vendita delle torte), a sostegno del progetto e per sottolineare il loro disaccordo rispetto alla posizione del primo cittadino. “Circa 400 euro raccolti. Più di 20 torte distribuite. Un risultato non banale e significativo. Il Progetto Eccellenze ha sempre funzionato perchè costruttivo e stimolante per tutti i ragazzi. Insegnanti e genitori non vogliono si fermi. Va avanti con successo da circa dieci anni. Al contrario dell’Amministrazione, crediamo sia un percorso molto inclusivo e che incentivi i ragazzi a migliorarsi. I fondi raccolti non copriranno il progetto, ma sarà già molto. La speranza rimane quella che l’Amministrazione cambi idea”.  Genitori e insegnanti hanno evidenziato come negli anni si sia riscontrato un miglioramento generale, tutti si sono impegnati di più, non solo chi poi ha avuto accesso al progetto. Determinanti sono i voti, anche quello in condotta. Un’ insegnante spiega: “I ragazzi che partecipano al viaggio sono poi chiamati a raccontare la loro esperienza e coinvolgere i compagni. L’aspetto didattico è sempre al centro del progetto e affidato al gruppo docente”. Nella mattinata di open day il sindaco ha fatto visita all’istituto, approfittando dell’occasione per confrontarsi una volta di più con dirigente scolastico e genitori. Concludendo, queste le sue parole: “Apprezzo l’iniziativa, abbiamo però visioni differenti. Questi soldi credo sia corretto possano aiutare la formazione di tutti gli studenti, non solo i più bravi. Le borse di studio per i più meritevoli ci sono già, troviamo insieme un’alternativa più inclusiva”.

Views: 456