ABBIATEGRASSO – Come di consuetudine, nell’ambito delle iniziative previste nel Piano per i Servizi Educativi e Scolastici per l’anno scolastico 2016/17, si inserisce il concorso “Il Presepe più bello” che prevede la premiazione dei presepi più originali e fantasiosi realizzati dalle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I° grado, con il riconoscimento a ciascuna scuola vincitrice di un contributo economico.

Al fine di premiare il presepe ritenuto  più meritevole realizzato in ogni edificio scolastico,  in data 21 dicembre scorso una delegazione comunale presieduta dall’assessore Graziella Cameroni, con delega alle Politiche Scolastiche ed Educative, ha preso visione e valutato tutti i presepi delle scuole cittadine che hanno partecipato al concorso.

Dopo attenta valutazione e documentazione fotografica, la commissione ha decretato le scuole vincitrici per ogni ordine e grado che sono risultate:

–     per le scuole dell’infanzia, il primo premio va alla scuola di viale Papa Giovanni dell’Istituto Comprensivo di via Palestro, per avere sviluppato il concetto del Natale come evento d’amore rivolto a tutti, con una partecipazione corale che rispetta le diverse identità. Accoglienza, integrazione e fratellanza emergono come valori condivisi e i più piccoli li hanno espressi con la freschezza delle simbologie a loro più vicine;

–     per le primarie, il premio va alla scuola Umberto e Margherita di Savoia dell’Istituto Comprensivo di via Palestro, per avere sviluppato il concetto del Natale come dono, dando alla tradizione del regalo natalizio un significato più profondo. L’utilizzo di materiali poveri e di riciclo è una palese sollecitazione a gesti semplici, ma non per questo meno ricchi di valore;

–     per le secondarie di primo grado, il premio va ex aequo alla scuola di Via Legnanodell’Istituto Comprensivo Terzani e alla scuola di via Vivaldi dell’Istituto Comprensivo “A. Moro” di via Colombo, perché in entrambi i presepi, il Natale illumina aspetti drammatici della realtà odierna, aprendo alla speranza di un mondo migliore. Le realizzazioni sono curate e innovative.

In particolare: Scuola media Terzani: è stata valorizzata la forza della nascita di Gesù nell’abbattere i muri in favore del dialogo fra le persone, le culture, le fedi. Ne scaturisce un invito all’accoglienza e alla solidarietà, valori oggi più che mai imprescindibili.

Scuola media di Via Vivaldi: è stato lanciato un messaggio di speranza alle popolazioni colpite dal terremoto. L’invito a non arrendersi sta nella nascita di Gesù, che apre a prospettive nuove. Il tempo si ferma e diventa simbolo della tragedia; il tempo riparte e diventa promessa per il domani.

L’Assessore Graziella Cameroni esprime un apprezzamento generale per l’impegno e la creatività di tutte le scuole nella realizzazione dei presepi estendendolo agli asili nido che quest’anno, per la prima volta, hanno partecipato all’iniziativa.

 

Views: 121