Riceviamo e pubblichiamo:”Il Comitato Popolare Intercomunale per l’Ospedale di Abbiategrasso, autore dello scritto “ Il Cantù non ha più un P.S., declassato a Punto di Primo Intervento”, letto il comunicato stampa diffuso dalla Direzione dell’ASST esprime altrettanto stupore e sconcerto per le considerazioni espresse e ritenute “non verificate e false al fine di suscitare malcontento ed irritazione nella cittadinanza.” La Direzione smentisce che il pronto Soccorso è stato declassato. Ebbene questo è documentabile. Alleghiamo foto di una pagina del Poas 2016/18 ( Piano di Organizzazione Aziendale Strategico con timbro di Regione Lombardia) che definisce Pronto Soccorso quello di Abbiategrasso , di cui indica anche Servizio di Anestesia e Rianimazione. Servizi previsti quindi, importanti come la Rianimazione mai realizzata, ma in seguito, vedi altri allegati, è con l’ass. Giulio Gallera che non si parla più di P.S. ma di Punto di Primo Intervento. Definizione di un punto di emergenza urgenza ma con prestazioni inferiori al Pronto Soccorso a sua volta inferiore a un Dea. Chiarito questo, il Comitato ha in realtà usato il termine ‘declassato a P.P.I.’ perché riportato dalle segnalazioni di personale sanitario e soccorritori che l’hanno riferito come motivazione usata recentemente da Areu (118), per giustificare l’invio delle ambulanze altrove. Il Comitato ritiene importante dare voce e condividere le criticità e i disagi che creano malcontento e irritazione e invitano la Direzione dell’ASST , per evitarli , a rispondere con servizi adeguati . Se lo scritto, condiviso sui social e ospitato anche dal periodico L’Eco della città, che ringraziamo, ha sortito l’effetto di ridare un P.S. abbiatense, come assicurato, ‘pienamente operativo’ ( e sarebbe il caso anche di notte, come deliberato il 9 maggio 2019 dal Consiglio Regionale), ci riterremo con la popolazione tutta , davvero soddisfatti. Ci riserviamo di verificare che accada”.

Hits: 317