VERMEZZO – Finalmente una bella notizia. Claudio Timis è tornato a casa, dai suoi genitori, a Vermezzo. Il ragazzo 19enne, che frequenta l’ultimo anno dell’ITC Bachelet di Abbiategrasso, non
aveva più dato notizie di sé dall’11 maggio, salvo un post pubblicato su Facebook mercoledì 25 maggio in cui scriveva: “Sto bene, mi dispiace crearvi tutte queste preoccupazioni, soprattutto ai miei genitori che non si meritano assolutamente questo dolore. Sono stato un c… perché so che li
ho delusi e adesso in qualche modo dovrò pur pagare. State tranquilli ripeto sto bene, non sono un tipo che non si sappia arrangiare da solo. Adesso non posso dirvi dove sono, vi chiedo solo di
smettermi di cercar e quando sarà opportuno ritornerò. Chiedo ancora scusa ai miei genitori che ripeto: non si meritano questo dolore ma per adesso è meglio cosi”. Poi venerdì il ritorno a casa,
alle 17.00 se lo sono ritrovati davanti la porta. Una gioia immensa per i genitori e per il fratellino, che lo hanno riabbracciato, dopo oltre due settimane di angoscia. Il post su Facebook aveva fatto
ben sperare, era stato giudicato attendibile, la scrittura combaciava con il modo di esprimersi di Claudio, ma non si poteva avere la certezza che tutto andasse a finire bene. Il suo cellulare era sempre irraggiungibile. Riabbracciarlo è stata una gioia straordinaria, la fine di un incubo per chi gli vuole bene. Forse Claudio, stando lontano dalla sua famiglia e dagli amici, ha capito quanto siano importanti le persone che ci amano così per come siamo, con i nostri limiti e le nostre fragilità. Avrà forse capito che ogni difficoltà può essere superata grazie all’amore… e che non c’è niente di
più bello che riabbracciare la propria mamma… S.O.

Views: 139