ABBIATEGRASSO – Il “sabato grasso” ambrosiano è stato funestato da una mattinata caratterizzata dal maltempo con cospicui scrosci di pioggia e raffiche di vento che non hanno permesso l’arrivo dei carri per la tradizionale sfilata pomeridiana del Carnevale Sanpietrino. “Purtroppo il brutto tempo che ha imperversato per tutta la mattinata, con raffiche di vento molto forti, – spiega Tiziano Perversi, che ha coordinato da casa la manifestazione – non ci ha permesso, anche per scelta dei costruttori degli stessi, di portare i carri ad Abbiategrasso, perché non erano garantite le condizioni di massima sicurezza, mentre gli associati, nonostante il maltempo, hanno montato comunque il palco della passerella. Quindi, abbiamo dovuto rinunciare alla tradizionale sfilata dei carri, ma non alla passerella delle maschere grazie al sole rispuntato nel pomeriggio. Naturalmente era impossibile spostare la manifestazione alla domenica poiché siamo già in Quaresima… l’appuntamento con i carri sarà per il prossimo anno”. Grazie al bel tempo pomeridiano la 33esima edizione del Carnevale Sanpietrino ha invece potuto proporre alle 16 la passerella delle maschere, allestita come al solito in piazza San Pietro, nel corso della quale è stato assegnato come ogni anno il trofeo Augusto Rosetta, indimenticabile ideatore della manifestazione. Le maschere partecipanti sono state molto  numerose e di ogni età, anche se il numero degli sfilanti non ha raggiunto i picchi di passate edizioni. La giuria, composta da tre rappresenti delle contrade, ha scelto di premiare non solo l’idea particolare, ma soprattutto l’abito fatto in casa con cura dei dettagli e dei particolari, preferendolo agli abiti confezionati in sartoria. Il primo premio assoluto del trofeo Rosetta è stato consegnato dal sindaco Pierluigi Arrara a Mastro Carnevale, che inneggiava alla felicità data dal Carnevale e dalle sue maschere spingendo una carriola ricolma di maschere e attrezzatura carnevalesca. Per la categoria bambini da 0 a 17 anni sono stati premiati: l’asso di cuori, l’emoticons e l’indiana; per gli adulti dai 17 anni in su: la carpa giapponese, la danzatrice del ventre e il moccolo (candela), per la categoria Insieme ha vinto il gruppo delle galline e pulcini seguiti da Malefica e Jasmine (impersonate da Costanza Cucchi e Silvia Pernice vincitrici nella scorsa primavera di due titoli regionali nella disciplina della danza del ventre) e infine le simpatiche Barbie e Ken in scatola. Al termine della giornata gli abiti e le maschere vengono riposti negli armadi, pronti per essere utilizzati il prossimo anno, mentre e l’associazione Amici del Palio inizia a pensare al Palio, di cui non si conosce ancora con sicurezza la data in quanto si terrà il 4 o l’11 giugno, la scelta sarà dettata dalla data decisa dal Comune per le elezioni amministrative, nel frattempo si terrà il concorso “Dipingi il cencio” riservato agli studenti delle locali scuole medie. C.B.

Views: 16