GAGGIANO – In occasione della presentazione del bilancio preventivo 2016 del Comune di Gaggiano, il sindaco Sergio Perfetti, tramite un comunicato stampa che pubblichiamo, ha voluto segnalare i punti più importanti dell’azione amministrativa, “evitando polemiche con chicchessia, ma puntualizzando gli interventi che in questi 2 anni abbiamo intrapreso per governare il bene comune con efficienza, trasparenza ed impegno, portando a Gaggiano un vento di rinnovamento. – ha detto il sindaco – Molte strutture comunali (come le scuole, il cimitero) e le strade sono state oggetto di manutenzioni (non effettuate già da alcuni anni) al fine di renderle più efficienti.

Sono state, inoltre, avviate nuove opere. A tal proposito è stata ultimata la piazza Daccò (già molto vissuta dai cittadini), mentre sono in corso d’opera i lavori della rotonda che consentirà l’accesso al parcheggio della stazione e sono iniziati anche quelli presso il centro sportivo di Bonirola; nel prossimo futuro verrà ultimata la struttura sociosanitaria adiacente al Centro Diurno Integrato per anziani: tutto ciò in breve tempo e in condizioni economiche svantaggiose a causa di un bilancio comunale ormai da molti anni in sofferenza.

Come già preventivato e caldeggiato in Consiglio Comunale, ma anche in particolare dalla Corte dei Conti della Lombardia, è stato avviato un importante piano di risanamento economico del bilancio comunale. In primo luogo sono stati riorganizzati alcuni servizi comunali (ad esempio la mensa scolastica, il trasporto, il Centro Diurno Integrato per anziani, la Casa Albergo), che vedranno un miglioramento sia dal punto di vista economico che in termini di una maggiore qualità ed efficienza per i cittadini che li utilizzeranno. In secondo luogo – prosegue Perfetti – si sta procedendo ad una graduale dismissione di una piccola parte del patrimonio immobiliare e di attività comunali allo scopo di migliorare la situazione economica dell’Ente e per rientrare nei paramenti di bilancio richiesti. Vedi ad esempio la Farmacia Comunale che rimarrà in via De Gasperi, e che per il futuro sarà un servizio implementato e valorizzato, nonostante sia già ottimo. Nel contempo non disperderemo un patrimonio che normative future (con la liberalizzazione della vendita dei farmaci) potrebbero fortemente deprezzare.

Ci aspettano per il futuro altre scelte importanti, quali la revisione del PGT e del piano urbano del traffico (che daranno la possibilità di ridisegnare molti aspetti importanti della vita gaggianese), il tentativo di rilancio della nostra economia con la parziale trasformazione di destinazione d’uso di capannoni inutilizzati, la scelta di eliminare qualche vincolo del precedente PGT che impediva l’apertura di esercizi commerciali di somministrazione di cibi e bevande in via Roma e nei cortili attigui. Un’attenzione particolare verrà data al nostro bel centro ed a tutta l’asta del Naviglio per farli diventare, come già detto in Consiglio Comunale, il cuore pulsante di Gaggiano.

Il problema della mobilità, durante questa revisione, sarà tenuto in grande considerazione poiché si tratta di una delle problematiche più evidenti e impellenti da affrontare.

A questo proposito si ritiene molto importante valorizzare al massimo il parcheggio della stazione ferroviaria, che, non appena terminata la rotonda, potrà essere preso in carico dall’amministrazione comunale. Si sono avviate con R.F.I. (Rete Ferroviaria Italiana) le trattative per definire al meglio il passaggio delle consegne, che vedrà il Comune impegnato a rendere un servizio ai cittadini, e a impedire anche un eventuale utilizzo improprio dell’area.

C’è la volontà, inoltre, di intervenire sulla problematica degli orti di San Vito in un’ottica di un graduale miglioramento, consentendo la possibilità di sviluppare piccoli progetti di utilizzo compatibile delle aree. Si intende confermare che sui terreni in argomento non potranno essere realizzate costruzioni.

Oltre a tutte le problematiche sinora trattate, vorrei segnalare che con l’attività della Consulta Sociale, di prossima istituzione, si provvederà a monitorare e ad approfondire la conoscenza del tessuto sociale del paese allo scopo di migliorare sempre più l’ascolto dei molteplici bisogni dei cittadini e di poter fornire risposte sempre più adeguate alle nuove esigenze.

Sarà forte l’attenzione per il mondo giovanile ed associativo del paese. In questi campi cercheremmo di investire risorse umane ed economiche.

Si è scelto, anche, di ripensare all’utilizzo di alcune strutture (ad esempio il bocciodromo), perché si è ritenuto giusto indirizzare le non molte risorse su attività giovanili più partecipate o eventualmente su altre attività ritenute più necessarie. Sono convinto – conclude il sindaco –  che in questo momento storico sia indispensabile fare un’analisi della situazione ed avere il coraggio delle scelte (anche se non tutte sono popolari, all’amministrazione comunale spetta il compito di rendere il nostro paese più a misura delle nuove esigenze). Altri non hanno il coraggio di decidere e di proporre e si ritagliano il ruolo di eterni scontenti e dell’ ‘io l’avrei fatto meglio’.

Il ‘tutto sbagliato’, ‘tutto da rifare’ lo lascerei alle famose citazioni di Bartali.

Gaggiano ha bisogno di tutti noi e l’amministrazione comunale è aperta al confronto, non a subire le solite lamentele di chi per anni, pur avendo avuto la possibilità, ha fatto poco o nulla per migliorare quanto oggi critica pesantemente”.

 

 

Views: 150