ABBIATEGRASSO – Le giornate medioevali organizzate dall’Associazione Amici del Palio, in concomitanza con la “Trecentesca” di Morimondo, si sono svolte quest’anno in una nuova location che sembra aver giovato all’affluenza di pubblico. In questa edizione, purtroppo segnata dalla mancanza del presidente Tiziano Perversi, il borgo medioevale e il mercato di artigiani e mercanti si sono spostati ai lati del Castello, in una posizione di maggiore visibilità rispetto al parco della Fossa. Il pomeriggio di sabato ha visto una buona presenza di pubblico, attirato anche dal mercato degli artigiani, ma è stato interrotto da due piccoli temporali e dal freddo, infatti la cena medioevale prevista nel cortile del Castello per la sera di sabato è stata prudentemente rinviata. Domenica 24 maggio, invece, il bel tempo ha favorito il realizzarsi della manifestazione nel migliore dei modi e ha visto la presenza di molto pubblico, che ha potuto ammirare a metà pomeriggio lo spettacolo presentato dalle due compagnie medioevali presenti “Ordo Chimerae” e “Compagnia del Basilisco” che hanno messo in scena delle piccole battaglie nate da eventi storici della zona, legati alla storia dei Visconti. I bambini hanno potuto scendere nel fossato del Castello e visitare l’accampamento militare ricreato nei mini particolari, nel cui contesto i figuranti erano a disposizione per fornire spiegazioni su usi e costumi medioevali, uno degli oggetti che ha maggiormente colpito l’immaginario collettivo è stato il “trabucco”, una macchina medioevale da assedio e quindi predisposta per la guerra, composta da un enorme braccio di legno posizionato su un perno che permetteva di lanciare enormi pietre e macigni anche ad una distanza di circa 300 metri. “Siamo molto soddisfatti della riuscita della manifestazione, soprattutto nella giornata di domenica, – afferma con orgoglio Fausto Zoia (capitano della contrada Sforza) e responsabile dell’organizzazione dell’evento – il pubblico ha partecipato numeroso al bellissimo spettacolo pomeridiano, che avevamo provato sabato sera in notturna sotto la pioggia e senza pubblico. Unica nota negativa, nella soddisfazione della presenza di un pubblico maggiore di quello che confluiva solitamente in Fossa, è stata l’assenza del nostro presidente Tiziano, mentre siamo stati felici del fatto che il nostro amato ‘Baffo’ (Umberto Comincini) abbia potuto raggiungerci e vedere una manifestazione alla cui realizzazione lui ha sempre partecipato negli ultimi anni. Ci è spiaciuto rimandare la cena e ci scusiamo con coloro che avevano già prenotato e si aspettavano di parteciparvi ma il tempo non ci avrebbe permesso di realizzarla essendo prevista per essere all’aperto. Ci stiamo già attivando per realizzarla prossimamente, magari a settembre”. Tutti gli associati sono soddisfatti della riuscita della due giorni e sono già pronti per i prossimi appuntamenti: il primo domenica 31 maggio con una piccola sfilata a saluto della Sagra delle ciliegie al parco degli Alpini, a cui seguirà la mini sfilata domenica 7 giugno e infine il Palio domenica 14 giugno. Cristina Brambilla

Hits: 71