ABBIATEGRASSO – Sta facendo molto discutere la decisione di Trenord di annullare, nelle giornate di sabato 10  e domenica 11 febbraio, le corse delle ore 23.20 e 00.20 in partenza da Milano Porta Genova, degli autobus 647 e 651, “in seguito a ripetuti atti vandalici e minacce agli autisti dei mezzi”, così recitava l’avviso di Trenord.
“Trenord ha pensato di annullare i bus sostitutivi serali sulla nostra linea, durante il weekend, quei bus che utilizzano molto i nostri ragazzi che si spostano di sera a Milano… – hanno commentato i pendolari dell’associazione MiMoAl – Il motivo scattante sono gli atti vandalici.
Ma vi pare normale annullare un servizio pubblico che dovrebbe essere garantito?
Siamo consapevoli che il problema della sicurezza su questi bus sia reale, ma la soluzione di questo problema non può e non deve essere la soppressione di un servizio garantito da contratto.
Ci auguriamo che questa ‘sorpresa’ sia solo per questo weekend e non per i giorni a venire.
La nostra associazione sta comunque studiando un’azione da intraprendere, vi terremo aggiornati”. Molti concordano sul fatto che la soluzione non è questa, non è togliendo un servizio che si possano evitare atti vandalici e minacce contro gli autisti, episodi gravi che purtroppo avvengono anche in pieno giorno e in altri orari serali. Servono invece più controlli ed educazione anche perché se quelle corse diventano “pericolose” per gli autisti lo sono forse ancora di più per altri passeggeri, magari un altro gruppo di giovani che torna tranquillamente a casa dopo la serata a Milano. Anche le corse serali nel weekend sulle linee Stav andrebbero più sorvegliate, non è raro sentire racconti di autisti che vedono salire sul pullman ragazzi con in mano bottiglie, che urlano e spesso sporcano i sedili. Per evitare aggressioni o che la situazione degeneri in poco tempo, basta infatti reagire a qualche provocazione, si fa spesso finta di nulla, nella speranza che non succeda niente.

 

 

 

 

Views: 11