ABBIATEGRASSO – Sicurezza, strada, ambiente e cultura. Questi gli argomenti di dibattito su cui si sono confrontate la Giunta comunale di Abbiategrasso e la Giunta del Comune di Magenta, per la prima volta insieme ad un tavolo operativo congiunto lo scorso 25 marzo. Sindaci e assessori infatti si sono incontrati nell’ex sala consiliare in piazza Marconi per condividere politiche e progetti a favore della comunità locale dell’Abbiatense-Magentino. La riunione ha visto la condivisione di un documento programmatico che impegna le due Amministrazioni ad agire in modo sempre più sinergico per offrire risposte adeguate alle richieste dei cittadini e rendere l’Est-Ticino reale protagonista della nuova sfida metropolitana. A coordinare i lavori Pierluigi Arrara e Marco Invernizzi che concordano: “Quello di oggi è un evento storico”. “Le due Amministrazioni si confrontano dal 2012 – ha affermato il sindaco Arrara, eletto nel Consiglio Metropolitano – su alcune tematiche, penso alla sanità, alla strada di collegamento con Malpensa, al patto locale di sicurezza urbana ed è per questo che abbiamo sentito la necessità di un percorso comune, sancito da incontri periodici come quello di oggi, dove si discute e si prendono decisioni insieme perché è impensabile, in un momento storico e in considerazione della nascita della Città Metropolitana, che ogni comune pensi per sé. Le nostre città sono i centri aggregatori di un vasto ed omogeneo territorio, il più ampio e bello, lasciatemelo dire, dell’area metropolitana, ma anche il meno popoloso; quest’ultimo aspetto, rispetto a decisioni, fondi o tagli dall’alto che dipendono dai numeri, rischia di penalizzarci: per questo diventa determinante fare sinergia”. “Questo nuovo modo di amministrare è una svolta epocale – ha aggiunto il primo cittadino di Magenta -: due Comuni che nel lavoro quotidiano cominciano a pensare insieme, come fossero un’unica entità. Questa, mi permetto di dire, è una rivoluzione culturale, è una svolta che ci pone tutti intorno a un tavolo a ideare le soluzioni migliori su questioni che superano i confini del singolo comune e s’inseriscono in un’ottica di territorio vasto”. Nel dettaglio nel documento approvato congiuntamente si affrontano i temi della sicurezza urbana, del lavoro e del sostegno al reddito, della promozione del territorio, della tutela ambientale e della collaborazione amministrativa. Non sono mancate in conferenza stampa domande su temi di interesse collettivo: circa il collegamento con Malpensa si è ancora in attesa di risposte dalla Regione per poter ragionare sulla posizione da prendere. “Non siamo per il ‘no’ ideologico – ha osservato Arrara – credo che la cosa peggiore sia creare delle ‘fazioni’. Abbiamo detto ‘no’ al progetto Anas, ora vedremo se il nuovo progetto sarà ragionevole e se non sarà così ci impegneremo a imporre le modifiche necessarie”. Per quanto riguarda turismo e cultura sono in arrivo progetti congiunti, come la stagione culturale che si terrà nel prossimo autunno organizzata dai due Comuni, o il progetto DAT che prevede infopoint turistici condivisi. Sulla sicurezza urbana le priorità vanno ai progetti per la sicurezza nei quartieri e il contrasto all’abuso di alcool tra i minori. La prossima riunione di Giunta congiunta sarà a Magenta a maggio e verterà sul tema dei servizi sociali e delle possibili integrazioni dei servizi pubblici. Emanuela Arioli

Views: 51