ABBIATEGRASSO – Molti i consiglieri che hanno chiesto di usufruire dei 5 minuti iniziali per parlare di argomenti extra ordine del giorno del Consiglio comunale del 18 giugno. Il cons. Cattoni (Cambiamo Abbiategrasso) ha contestato all’ass. Cattaneo il ritardo, rispetto a quanto previsto dalla normativa, della ricerca di gas radom negli edifici comunali e ha chiesto di estendere la ricerca anche nei piani fuori terra e a un edificio ‘sospetto’ già segnalato dal suo gruppo. Il cons. Lovati (Nai sindaco) continuando nel suo intento di stimolare la sua stessa maggioranza ha annunciato “un intervento finalizzato a rafforzare il dibattito politico” ora limitato a un Consiglio comunale una volta al mese, ritiene che le Commissioni vengono convocate poco, uno strumento  utile invece “per ampliare il dibattito”, quindi ha sollecitato a convocarle più spesso. Il cons. Biglieri (Pd) ha riferito dell’ennesimo disagio di giornata, dovuto al passaggio a livello di viale Mazzini. Ha ricordato la promessa di Trenord di fornire nuovi treni entro il 10 giugno, mai arrivati. Ha ricordato che “non è stato neanche mantenuto l’impegno di sistemare la stazione con un sottopasso e modernizzare il passaggio a livello. Ora i lavori sono procrastinati sine die”. Ha quindi chiesto più attenzioni per la Mi-Mo e una fattiva azione territoriale. La cons. Valandro (Nai sindaco) è intervenuta per  ringraziare l’ass.Albetti perché su richiesta anche di altre mamme di alunni della scuola di via Colombo, gli ha chiesto di svuotare la vicina piscina maleodorante, coperta da alghe e da insetti e lui l’ha fatto o meglio, come poi ci ha precisato lo stesso Albetti, ha chiesto un intervento della Protezione Civile, un’esercitazione che ha risolto il problema. La cons. De Marchi (Cambiamo Abbiategrasso) ha invitato ad avere uno spirito di servizio e non da protagonismo, per il bene comune: “Occorre abbandonare la personalizzazione che va a scapito di un sano confronto di idee, anche con i gruppi di minoranza”. Il cons. Gallotti (Lega) riprendendo l’intervento di Lovati ha proposto di portare da 3 a 5 le Commissioni Consiliari “perché tutti i consiglieri possano portare il loro contributo”. La cons. Magnoni (Lega) ha riferito le lamentele di imprenditori del quartiere Ertos che stimano la loro immagine danneggiata agli occhi di clienti e visitatori, dalle condizioni in cui versa l’area, rifiuti e degrado. “La Lega – ha aggiunto – ringrazia cittadini e associazioni che hanno partecipato alla giornata del Verde pulito. Ringrazia anche il presidente di Amaga e l’ass. Mercanti che provvederà a un maggiore controllo installando  le fototrappole”. Il cons. Finiguerra (Cambiamo Abbiategrasso) ha fatto 2 segnalazioni, la prima riguardante il verde pubblico, l’erba dei parchi che non dovrebbe superare, secondo il contratto di servizio con Amaga i 7 cm e che invece supera i 40 cm. La seconda o meglio “una segnalazione bis, perché già fatta, riguarda il semaforo tra via Stignani e viale Sforza, ancora a 2 tempi e molto pericoloso”. Poi ha ribattutto al sindaco a proposito delle cucine di Cracco per cui pagherà 2.000 euro, ancora all’Annunciata nonostante non ci sia un contratto. Ha inoltre ricordato a Nai che aveva citato il vicino anniversario della promulgazione delle leggi razziali del 1938 che “nei campi di concentramento c’erano anche i rom…” E.G.

Hits: 55