ALBAIRATE – Albairate si conferma ancora una volta un paese attento all’ambiente e alla riduzione degli sprechi alimentari e propenso ad azioni di solidarietà. È il caso del progetto che è stato avviato nel mese di febbraio a favore degli ospiti della “A Stefano Casati” Società Cooperativa Sociale Onlus di Albairate, su proposta dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Pioltini e portata a compimento dal responsabile dell’Ufficio Servizi alla Persona Adamo Guicciardini, che ha favorito la collaborazione, tra la stessa Cooperativa e la società Sodexo che gestisce il servizio mensa scolastico.
E proprio nella mensa, lo scorso 29 febbraio, è stato inaugurato formalmente questo progetto che prevede il servizio gratuito di consegna giornaliero di pasti non scodellati agli ospiti della Cooperativa. Sono intervenuti, tra gli altri: Pioltini (sindaco); Bianca Teresa Martino (assessore alla Pubblica istruzione); Salvatore Rampinelli (consigliere comunale); Walter Tavecchia (responsabile della Sodexo); Mario Scotti e Stefania Pasquadibisceglia (rispettivamente presidente e direttrice della Cooperativa).
“Questo progetto è una nuova e importante tappa del percorso di solidarietà avviato ormai da anni dal nostro Comune a sostegno delle fasce sociali più deboli o in difficoltà. – ha detto il sindaco Giovanni Pioltini – Richiama anche i principi di RisparmiandoEducando, il programma comunale di formazione civica e ambientale che ogni anno mira a promuovere con tutta una serie di iniziative una comunità sempre più solidale e sostenibile. La speranza è che questa esperienza possa contagiare altre iniziative analoghe sul nostro territorio”.
La mensa scolastica di Albairate sforna ogni giorno circa 500 pasti. Nel rispetto della normativa può essere riutilizzato e donato soltanto il cibo non distribuito o meglio non scodellato, come ha spiegato Tavecchia. Ogni giorno quello in eccesso è inserito in contenitori termici e consegnato gratuitamente alla Cooperativa Casati, dove viene consumato dagli ospiti nell’arco di 24 ore. Le quantità dei pasti preparati dalla Sodexo devono rispettare una precisa grammatura ma mediamente ogni giorno dal cibo non scodellato si riescono a recuperare circa 10 pasti da destinare al progetto di solidarietà. Scotti, presidente della Cooperativa, ha spiegato che tutto è partito da una proposta avanzata dal sindaco di Albairate che è stata subito accolta dalle parti interessate perché, oltre a tradursi in un aiuto concreto, consente di contribuire alla riduzione degli sprechi alimentari. Dopo una fase di sperimentazione che è durata un mese ottenendo risultati soddisfacenti, il progetto tra Sodexo e Cooperativa è stato avviato in maniera formale.

Hits: 105