ABBIATEGRASSO – Le modifiche al centro storico presentate dall’arch. Matteo Dondè hanno suscitato molte perplessità e timori che abbiamo invitato a far pervenire anche all’amministrazione, perché, lo ricordiamo, i cittadini possono fare le loro osservazioni entro il 31 marzo, prima che il progetto diventi definitivo e operativo. Ne riportiamo alcune: “Dal rendering che riguarda corso Italia, compaiono dei vasi a limitare la carreggiata, inutili e pericolosi, soprattutto dopo la curva di via Cantù. Invece di spendere 85.000 euro per creare problemi ulteriori al centro, per esempio in corso Italia andrebbe migliorata l’illuminazione…”. Un macellaio si preoccupa degli ulteriori disagi che prevede per lo scarico merce. “Il parcheggio lontano ci mette in difficoltà, dobbiamo spostare quarti di animali, spesso pesi oltre il quintale”. “Quando si progetta occorre tener conto del lavoro e delle esigenze degli altri – afferma un residente di corso Matteotti per cui il parcheggio a casa propria diventerà un problema – perché spendere soldi per un’operazione discutibile, per mettere alberelli che faranno una brutta fine come molto del verde cittadino e creare disagi per i residenti e che scoraggeranno altri a venire in centro? Queste modifiche faranno morire il nostro centro storico già penalizzato dalla lunga ‘sperimentazione’ della chiusura di piazza Castello”.E.G.

Views: 45