ABBIATEGRASSO – L’oratorio è una comunità, non solo cattolico-cristiana ma molto altro. È un’aggregazione di giovani, un punto di incontro per la città dove ragazzi attraverso il gioco, la condivisione e il divertimento crescono in un clima di serenità. A proporre attività di svago in prima linea troviamo l’oratorio San Gaetano che nella giornata di domenica 31 marzo ha organizzato “Ora in Piazza” un vero e proprio villaggio ludico con diverse attrazioni: dalle più tradizionali come il tiro con l’arco, basket, pallavolo alle più innovative come il bubble football (calcio a 5 dentro delle palle gonfiabili), il tappeto elastico e il monopattino elettrico. Ma qual è l’origine dell’idea? A parlarne l’ideatore, nonché don dell’oratorio, Fabio Saccon. “Ora in Piazza è nato per far capire ai ragazzi delle elementari e medie che il nostro oratorio è molto più di un centro educativo ma può essere un punto di riferimento per il divertimento dei ragazzi. L’input dell’idea nasce dalla professoressa di religione alle scuole medie Carducci, Paola Castoldi, che devo ringraziare. Mi ha proposto un tipo di intervento nelle scuole che non fosse solo passivo per i ragazzi ma attivo volto verso l’ascolto. Allora con gli educatori abbiamo pensato di girare nelle scuole e ascoltare la risposta a due domande: cosa possiamo fare per voi? Cosa desiderate? Devo dire che i ragazzi hanno scelto regali sensati ed è emerso che il punto in comune era ‘fare le cose insieme’. Così abbiamo deciso, con il prezioso aiuto dei giovani educatori, di scendere in piazza e proporre una giornata di musica, gioco e svago”.  Piazza Castello è così diventata un luna park dedicato ai più piccoli per invitarli ad entrare nella grande famiglia di San Gaetano. Le proposte dell’oratorio non si fermano qui. Ricordiamo tra le diverse attività: il Grest, la Raccolta alimentare, il campeggio e i sempre più numerosi incontri rivolti alla comunità abbiatense. I.S.

 

Views: 47