ABBIATEGRASSO – La storia della nostra città racconta che, in tempi assai lontani, la popolazione abbiatense chiese la protezione di San Rocco contro la peste che imperversava nel 1630 e, una volta salvatasi dal terribile morbo, dedicò al santo protettore un luogo di culto. Fu così edificata la piccola chiesa di San Rocco, che allora si affacciava sulla Ripa del Naviglio, che scorreva placido dove ora scorre ogni giorno il traffico e lunghe file di auto sostano ogni ora davanti alle sbarre abbassate del passaggio a livello di viale Mazzini. Molti abbiatensi sono affezionati all’antica chiesetta e passandole accanto entrano volentieri per una visita ed una preghiera. Ora, a distanza di secoli, è questo edificio sacro a chiedere “protezione” e aiuto alla popolazione. Il suo interno è stato, infatti, danneggiato tempo fa da infiltrazioni d’acqua dal tetto ed è necessario rimediare ai danni, poiché la macchia d’umidità è sempre più evidente e l’intonaco di una cappella appare sempre più scrostato. I preventivi chiesti alla ditta che si occuperà del restauro prevedono una spesa di circa 10.500 euro. I parrocchiani si sono già messi in moto cercando di sensibilizzare tutti i cittadini per una raccolta di fondi che permetta di affrontare quanto prima l’intervento di recupero. Chiedono, quindi, a chi può e vuole di contribuire alla spesa, anche solo con una piccola donazione, fatta pervenire in busta chiusa a don Graziano, alle suore in servizio presso la parrocchia o alla segreteria parrocchiale, alla quale ci si può rivolgere per avere ulteriori informazioni in merito (orari d’apertura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 11.00 / giovedì dalle 17.00 alle 19.00; tel. 02-94969832; e-mail segreteria@sacrocuore.eu). M.B.

Hits: 84