MORIMONDO – Una serata molto speciale quella di giovedì 26 marzo al ristorante “Della Commenda” di Morimondo dove il Rotary Club Morimondo Abbazia, presieduto da Stefano Speroni, ha festeggiato due anni di fondazione. Ospite della serata un personaggio molto amato dal pubblico televisivo, il giornalista Antonio Lubrano, conduttore di molti programmi di successo, tra cui “Mi Manda Lubrano” sui Rai Tre, un programma interessante e utile in quanto grazie a Lubrano è stato possibile smascherare molti ladri e truffatori. Un punto di riferimento per i cittadini di tutta Italia che si rivolgevano a lui, segnalavano problemi, disagi, ingiustizie, di cui Lubrano si faceva portavoce. Mentre i numerosi commensali hanno potuto gustare una fetta di torta a conclusione di una deliziosa cena, il giornalista ha raccontato le esperienze più interessanti ed esilaranti, le interviste a politici e personaggi di rilievo come l’ex Presidente della Repubblica Giovanni Leone. Antonio Lubrano con l’umiltà e la semplicità che lo contraddistinguono ha raccontato la sua carriera “frammenti ed esperienze” del suo percorso televisivo; il pubblico ha chiesto se, paladino dei cittadini, sente nostalgia della Tv di quegli anni. Lubrano ha risposto che oggi la Tv purtroppo si è appiattita e manca di inventiva. Mancano infatti programmi davvero utili. Un esempio di uomo “al servizio” del cittadino, un modello anche per tutti i giornalisti che devono essere un po’ come “cani da guardia” a difesa dei diritti dei cittadini. Riflettendo sul valore dell’essere a servizio degli altri, come non pensare al “to serve”, principio fondamentale del Rotary Club che si pone a servizio di chi ha più bisogno. L’esempio più recente è stato il “service” a favore dell’associazione Heiros di Abbiategrasso che organizza lezioni di musica per i bambini autistici: un contributo di 1.680 euro è stato donato ad Heiros, come annunciato con soddisfazione dal presidente Speroni. La serata, oltre che essere dedicata ai due anni di questa magnifica realtà che opera per il bene comune come una grande famiglia, è stata anche l’occasione per elargire riconoscimenti e accogliere nuovi soci, l’ultimo è Gabriele Amodeo che ha fatto propri gli ideali rotariani, che spronano ad essere persone migliori. A riconoscere l’importanza di quanto il Rotary Club Morimondo Abbazia fa per la comunità, anche don Mauro che ha portato i suoi saluti. Presente il sindaco di Morimondo Marco Marelli e molte autorità locali. La vendita di uova pasquali, il cui ricavato va in aiuto dei malati bisognosi per partecipare al pellegrinaggio a Lourdes, è stato ancora un esempio di quanto il Rotary Club Morimondo Abbazia, pur essendo appena nato, si stia già facendo amare per la sua preziosa opera. S.O.

Views: 152