ABBIATEGRASSO – È stato presentato lo scorso 27 settembre presso la sala consiliare del Castello Visconteo, in occasione del 95° anno di fondazione dell’associazione Alpini di Abbiategrasso (1922 – 2017), il libro “Io resto qui” scritto da Maria Giovanna Respighi Palmi e Antonio Respighi, che raccoglie le lettere dei Caduti sul fronte russo e le testimonianze delle loro famiglie, edizione curata dal Gruppo Alpini di Abbiategrasso. Il libro vuole essere il tratto conclusivo di un lavoro durato ben dieci anni, durante il quale l’alpino Antonio Respighi e sua moglie sono riusciti a restituire un numero come 350 piastrini alle famiglie dei dispersi in Russia, organizzando per ciascuna piastrina una celebrazione in ogni Comune di residenza del Caduto. Questo volume richiama e vuole mantenere vivo il ricordo della maggior parte di questi eroi che si sono sacrificati per il futuro dell’Italia. “Come diciamo noi Alpini: chissà quanto di noi ci sia ancora, sotto quel bosco di betulle – afferma il capogruppo degli Alpini Alfonso Latino – Fino ad ora abbiamo restituito trecentocinquanta piastrini, un lavoro sicuramente tra i più nobili effettuato dagli Alpini, ma soprattutto dal nostro socio Antonio, un lavoro importante per mantenere viva la memoria dei Caduti italiani, che non appartenevano solo al Reggimento degli Alpini ma anche a Bersaglieri, Fanteria, Artiglieria, Genio, Camicie Nere, Carabinieri e Servizi”. L’impegno dei due coniugi risale al 2009 quando, in un viaggio in Russia, per puro caso, si sono ritrovati nella città di Miciurinsk. Proprio qui un uomo di origine russa notò il camper proveniente dall’Italia e s’avvicinò con lo scopo di vendere dei reperti di guerra di origine italiana. Su questi “piastrini” erano presenti non solo nome e cognome del soldato, ma anche i dati anagrafici che permettevano così di risalire alle famiglie. I coniugi Respighi dunque, riconosciuto il valore civile e morale delle “reliquie”, decisero di avviare il progetto, coinvolgendo famiglie e comunità, con il cui aiuto sono riusciti a restituire importanti ricordi degli eroi del fronte russo. Un libro che esaudisce perfettamente il desiderio di commemorazione, per non dimenticare il passato e vivere con serenità il futuro. Il libro è disponibile presso la cartoleria “Ruboni” e presso il Parco degli Alpini con sede in via Porcellini. I.S.

Views: 1121