ABBIATEGRASSO – Le indagini dei Carabinieri di Abbiategrasso hanno avuto come risultato l’arresto di 11 persone, tutte albanesi, che negli ultimi 40 giorni avrebbero messo a segno 14 furti, soprattutto a danni di tabaccherie e farmacie, ma anche negozi di abbigliamento (in totale 8) e abitazioni (in totale 6) nelle province di Milano, Pavia, Bergamo e Brescia. E’ probabilmente questa banda la responsabile delle spaccate avvenute negli ultimi mesi anche ad Abbiategrasso, ai danni del Bar Centrale di corso Matteotti, della Farmacia Castoldi di corso Italia e del negozio di abbigliamento Tipoy di corso XX Settembre. La tecnica utilizzata era principalmente questa: con una potente auto, rubata e a cui avevano cambiato la targa, sradicavano la serranda del negozio, agganciandola con dei cavi al paraurti posteriore. Dopo di che, distruggevano a mazzate la vetrina e si introducevano nel negozio per fare razzie. Otto persone, tra i 23 e i 34 anni, sono state arrestate oggi. Altri tre malviventi sono finiti in manette in flagranza di reato il 20 maggio a Brescia, al termine di uno scontro a fuoco con i carabinieri del nucleo radiomobile, dopo il furto in una tabaccheria. Tra Corsico, Vimodrone, Cassano d’Adda e Abbiategrasso sono stati bloccati gli altri componenti della banda, alcuni di loro con legami di parentela. Sono tutti accusati di associazione per delinquere finalizzata al furto e alla ricettazione dei prodotti che rubavano, per lo più argenteria e sigarette, e sospettati di aver commesso altri colpi su cui ora i carabinieri stanno indagando, partiti a metà aprile dal furto di un’automobile di grossa cilindrata nel centro di Abbiategrasso.

Hits: 116