ABBIATEGRASSO – Il circolo Legambiente – Terre di Parchi ancora una volta è stato profetico.

Purtroppo! “A circa un anno dalle potature effettuate davanti all’istituto Bachelet, gli effetti da

noi anticipati si stanno avverando. – affermano i responsabili di Legambiente – Una parte dei Pini Strobus oggetto delle insensate potature, che avevamo segnalato giusto un anno fa, è morta.

Viste le condizioni delle piante dopo quelle potature, forse sarebbe valsa la pena di

abbatterle e ripiantumare subito. Da questo episodio emergono spontanee alcune domande:

Che fine ha fatto il progetto di creare un’interfaccia pubblica del software

gestionale creato per censire, monitorare e gestire il patrimonio del verde

pubblico? Che fine ha fatto il Regolamento per il verde? Qualcuno è stato incaricato di vigilare sugli interventi di Amaga, come previsto dal contratto? Vengono applicate le penali per i lavori svolti in modo non conforme alle specifiche dettate dagli agronomi in fase di consulenza?

A nostro avviso, manca totalmente l’aspetto del controllo da parte

dell’Amministrazione Comunale e, da parte di Amaga, manca la parte del rispetto

dei dettami di agronomia, altrimenti tutta una serie di interventi non si

spiegherebbero (vedi le potature in via Legnano, via Stignani ecc.).

Noi di Legambiente – Terre di Parchi siamo sempre vigili in materia di difesa della

natura e dei cittadini. Riteniamo però che sarebbe importante che le istituzioni

mostrassero sensibilità e ricettività nei confronti delle nostre segnalazioni. Le

invitiamo quindi nuovamente a sfruttare le nostre competenze per il bene di tutti i

cittadini abbiatensi”.

 

 

 

 

 

 

 

Views: 40