ABBIATEGRASSO – Come ogni anno, consigliamo i migliori libri da portare in viaggio nei luoghi di villeggiatura durante le ferie estive. Con l’aiuto di Vittoria, Angela ed Eleonora de “L’Altra Libreria” abbiamo stilato una lista delle letture più interessanti tra le nuove uscite. Tra i libri per ragazzi troviamo “Il Sognatore” di Laini Taylor, il cui protagonista, Lazlo Strange, è un orfano cresciuto dai monaci, che gli insegnano l’arte della miniatura; Lazlo però rimane affascinato soprattutto dai loro racconti che narrano di una misteriosa città perduta chiamata “La città di Pianto”. Una volta diventato adulto, trova lavoro come bibliotecario, un impiego che gli permette di leggere tutte le storie della Grande Biblioteca alimentando i suoi sogni. La sua vita verrà sconvolta quando i cavalieri della famosa “città di Pianto” busseranno alla sua porta alla ricerca di persone con particolari abilità. Consigliato anche “Darkest Minds” di Alexandra Bracken, un libro perfetto per chi ha amato la saga di Hunger Games e Maze Runner. In un futuro non troppo lontano i bambini vengono colpiti da un virus mortale e gli unici che riescono a sopravvivere ottengono dei superpoteri. Ogni abilità speciale è correlata ad un colore: i Verdi sono dotati di un’intelligenza eccezionale, i Blu sono telecinetici, i Gialli controllano l’elettricità, i Rossi il fuoco e gli Arancioni la mente umana. Il governo dunque decide di rinchiuderli in alcuni campi usando dei ragazzi come cavie per gli esperimenti. Ruby si finge verde per lottare contro il potere e liberare i giovani da questa tirannia. Un bellissimo libro per imparare ad accettare le differenze. Per un pubblico più adulto invece si consiglia “Lo sport dei re” di C.E. Morgan. Proveniente da una famiglia artistocratica, Henry Forge è appassionato di cavalli e, logorato dalla smania della perfezione, è alla continua ricerca della razza perfetta. Come i cavalli anche gli uomini, per Forge, devono essere di razza pura e infatti i problemi inizieranno quando Alimon, figlio di madre nera e padre bianco, trova un impiego verso il maneggio e si innamora della figlia di Forge, Henrietta. Un romanzo che ripercorre la storia di entrambe le famiglie, il passato glorioso dei Forge e quello tormentato della famiglia di Alimon. Uno spaccato dell’America passata e presente che non ha mai superato davvero le differenze razziali. Si consiglia anche “L’educazione” di Tara Westover, un’autobiografia dell’autrice, che narra dei suoi anni da adolescente. Cresciuta con i tre fratelli in una famiglia di mormoni, Tara non è mai stata registrata all’anagrafe, mai andata a scuola e mai visitata da un dottore. La sua vita si basa sul raccogliere erbe e recuperare metalli in attesa della fine del mondo. All’età di diciassette anni però Tara scopre l’educazione, la soluzione ai suoi problemi. Decide così di abbandonare la famiglia e seguire un percorso che la porterà alla stesura di questo libro. Per gli appassionati di thriller si segnala “Sharp Objects” di Gillian Flynn, della stessa autrice di “Gone Girl” (da cui è stato tratto il film “L’Amore Bugiardo” di David Fincher). Dopo otto anni di assenza dalla città natale di Wind Gap, Camille Preaker è costretta a tornare nella soffocante cittadina, stavolta come inviata speciale per il giornale di Chicago. Il motivo? L’omicidio di due bambine, il cui modus operandi fa pensare alla presenza di un serial killer. Camille dovrà entrare a fondo nell’indagine facendo i conti non solo con lo spietato assassino, ma soprattutto con la sua famiglia austera da cui otto anni prima era fuggita. Un thriller psicologico, che tra i segreti di famiglia e i misteri da risolvere terrà incollato il lettore per tutta l’estate. Interessante anche il libro di Rona Jaffe “Riunione di classe”. Siamo negli anni ’50, in una scuola superiore inglese si crea un gruppo di amiche che non possono essere più diverse tra loro: Emily proviene da una sofisticata famiglia ebrea, Daphne è la ragazza popolare, Chris è la secchiona, mentre Annabel è disinvolta. Le quattro ragazze sono inseparabili per tutto il college, ma ognuna di loro ha un segreto che influenzerà le loro scelte di vita fino a quando, vent’anni dopo, si ritrovano per una riunione di classe. Proprio allora le ragazze faranno capo alle loro vite confessando i segreti e le bugie che le hanno portate ad essere adulte. Si consiglia anche “La sposa italiana” di Adriana Trigiani. Bergamo, 1910. Enza e Ciro sono legati dal primo amore, ben presto però lui è costretto ad emigrare in America rompendo forzatamente il rapporto. Qualche anno più tardi anche Enza è costretta a trasferirsi a New York, qui con impegno e dedizione diventa una ricamatrice di successo, qui incontra un ricco americano del quale si innamora, ma anche Ciro è a New York e, prima che le loro vite si definiscano, Enza e Ciro si incontreranno un’altra volta. Un romanzo che mostra l’altra faccia dell’immigrazione, quando gli italiani dovettero trasferirsi in America per trovare una vita migliore. Per gli appassionati di storia si consiglia il libro di Adelaide de Clermont-Tonnere “L’ultimo di noi”. Dresda, 1945. Una ragazza muore dando alla luce un neonato a cui affida il nome di Werner Zilch. Il bambino orfano viene cresciuto in America e ormai ventenne si innamora di Rebecca, figlia di facoltosi imprenditori. Ma una rivelazione sconvolge la vita di Werner, lo porterà a scoprire le sue origini e perché è definito “l’ultimo di noi”. Infine per gli appassionati di storie d’amore si raccomanda la lettura de “L’incredibile storia dell’uomo che dall’India arrivò in Svezia in bicicletta per amore” di Per J Andersson. Il titolo non lascia nulla al caso. Una turista svedese, Lotta, incontra a Nuova Delhi un artista di strada, Pikay. Tra i due è amore a prima vista, ma alla fine della vacanza lei è costretta a tornare in Svezia. Pikay deve inventarsi un modo per raggiungerla, considerato che non ha soldi a sufficienza per intraprendere il viaggio. Una vecchia bicicletta sembra essere la soluzione, così con il suo blocco da disegno e una bicicletta di seconda mano si mette in viaggio e, percorrendo 12mila chilometri in poco di 11 mesi, raggiunge la Svezia: come nelle favole, i due si ritrovano e non si lasceranno più. Una storia incredibile vero? Ma ciò che è ancora più stupefacente è che Pikay e Lotta esistono veramente ed ora vivono assieme con ben tre figli. Una storia d’amore reale, che vi farà ricredere sul concetto, ormai astratto, di amore. Buona lettura e buone vacanze a tutti!

Views: 61