MILANO – Imparare a comunicare è fondamentale per la vita di relazione: le diverse fasi della comunicazione sono delle tappe importanti dello sviluppo dei bambini ed è necessario intervenire nel caso in cui ci si renda conto dell’insorgenza di difficoltà comunicative.

Il compito di individuare eventuali disturbi nella comunicazione e di proporre delle strategie per correggere questi stessi disturbi è affidato al logopedista. Sono diversi i motivi che possono causare difficoltà nel comunicare attraverso il linguaggio parlato o scritto. Se si è alla ricerca di professionisti che si possano occupare di logopedia Milano ci si può rivolgere alla onlus Operation Smile, una associazione senza scopo di lucro che aiuta i bambini con malformazioni craniofacciali a recuperare il sorriso con interventi chirurgici mirati ed anche ad apprendere la capacità di comunicare.

Cos’è la logopedia?

Il termine logopedia deriva dalle parole greche logos e paideia, che significano rispettivamente discorso ed educazione. La logopedia è dunque quella branca della scienza che si occupa di analizzare le difficoltà di comunicazione legate al linguaggio e di proporre delle soluzioni per risolvere le problematiche. E’ importante intervenire prontamente quando si notano delle alterazioni nell’acquisizione e nell’utilizzo del linguaggio, dal momento che i problemi comunicativi possono portare anche ad alcuni disturbi cognitivi, ad esempio alterazioni nella sviluppo della memoria e difficoltà di apprendimento.

Di cosa si occupa il logopedista?

Il logopedista è la figura professionale specializzata che si occupa di analizzare la condizione del paziente, per individuare le sue disabilità comunicative e per scegliere la strategia migliore da mettere in atto per migliorare la qualità di vita del paziente stesso. La maggior parte dei pazienti che vanno dal logopedista sono in età pediatrica, ma la logopedia si occupa delle disabilità comunicative in tutte le fasce d’età ed anche gli adulti possono chiedere il supporto di un professionista.

Sono numerose le situazioni in cui si può chiedere aiuto ad un logopedista esperto. Questo professionista sanitario potrà dare una mano, ad esempio, a coloro che hanno dei ritardi nello sviluppo del linguaggio, ma anche a chi ha ritardi mentali, disturbi fonologici, dislessia, disturbi dell’attenzione, disturbi dell’apprendimento, autismo, disfonia, disartria, demenza, disfagia, difficoltà nel linguaggio dovute ad una condizione di sordità e deglutizione disfunzionale.

Il logopedista si occupa anche di un’altra condizione, la quale è molto frequente non solo nei bambini, ma anche nella popolazione adulta. Si tratta della balbuzie, che si presenta con delle interruzioni (più o meno marcate e frequenti) durante la comunicazione orale. Di solito questo disturbo compare nella fascia di età compresa tra i 2 e i 6 anni, ma può comparire anche più tardivamente. Non si conoscono ancora di preciso quali siano le cause alla base del disturbo: è stato dimostrato il ruolo della componente genetica – dimostrato dall’aumentata incidenza nei pazienti con genitori affetti – ma si stanno conducendo ulteriori studi scientifici per definire gli altri elementi in gioco. Al logopedista è affidato il compito di individuare il disturbo e di proporre al paziente delle strategie efficaci per migliorare la condizione e restituire al linguaggio la fisiologica fluidità.

Views: 182