ABBIATEGRASSO – Una festa ormai amata da tantissimi abbiatensi, la dimostrazione è stata vedere una piazza Castello affollata, vivace e colorata. Venerdì 27 maggio, col favore di un clima fortunatamente quasi estivo, si è svolta la Serata dello Sport organizzata dalla Consulta Sportiva e dall’assessorato allo Sport. Alla fine della stagione agonistica, questo evento è un’occasione per premiare le eccellenze abbiatensi, le società e gli atleti che si sono distinti per i loro meriti sportivi, per i risultati raggiunti, individualmente o in squadra. Sport è socialità, aggregazione, divertimento, ma anche competizione (sana), spirito di sacrificio, determinazione, costanza. Fare sport fa bene al corpo e alla mente, è una via di fuga dallo stress quotidiano, è uno stimolo a migliorarsi e a puntare sempre più in alto, anche nella vita. Abbiategrasso pullula di società sportive e sono centinaia e centinaia le persone impegnate in diverse discipline, dalle arti marziali e di combattimento, fino al volley, alla danza, al basket ecc… Soddisfatto l’assessore allo Sport Emanuele Granziero che ha ricordato come l’Amministrazione comunale abbia voluto riconoscere il valore agonistico del fare sport, “ci impegneremo, come sempre, a promuovere le iniziative sportive e tutto l’associazionismo sportivo cittadino perché lo sport è vivere bene con tutti, è salute, socialità e integrazione fra le persone”. Quello di venerdì sera non è solo stato un momento di premiazioni ma anche un vero show con musica ed esibizioni: gli atleti, applauditi da parenti e amici, hanno mostrato ciò che sanno fare, i risultati di un anno (e più) di allenamenti, niente è improvvisato, è il frutto di ore e ore di fatica, che però dà grandi soddisfazioni. Ha poi preso parola Claudio Vai, presidente della Consulta Sportiva, che porterà avanti un “programma nuovo”, “vorrei, a scadenza periodica, – ha detto Vai – programmare degli incontri istruttivi sia per le società, sia per gli atleti che per i genitori”. Sul palco anche il sindaco Pierluigi Arrara, l’assessore regionale Luca del Gobbo e l’assessore Giovanni Brusati, che hanno consegnato dei riconoscimenti ai seguenti atleti e società: Francesca Benzoni (Al Andalus), Samuele Marchese (Jissen Dojo Karate Club), Greta Ghiringhelli (Qwan Ki Do), le società Accademia del Karate Yoshitaka e Vovinam Viet Vo Dao (Premio di squadra). Riconoscimenti a Christian Capone (Cat. Calcio) e a Giuseppe Rizzi (Scherma paraolimpica). In memoria dell’ex presidente di Velo Sport e Consulta Sportiva, Marco Ruboni, è stato istituito un premio che ogni anno viene assegnato ad una persona che si è distinta in modo straordinario, dedicando la sua vita allo sport. Quest’anno se l’è aggiudicato Alberto Cardillo “per i tanti anni dedicati con passione ed entusiasmo alla pallavolo, uno degli sport più praticati e seguiti”. La serata, seguita in modo attento e appassionato dal pubblico, è stata brillantemente presentata da Claudio Guzzi che ha introdotto società ed atleti, dando il giusto valore a ciò che fanno. Un impegno, per chi fa sport, non scontato, una sfida quotidiana a superare i propri limiti, a mettersi in gioco, confrontandosi anche con chi è più bravo, con l’umiltà e la voglia di imparare, sempre. Una serata positiva, l’occasione per dire grazie a chi tiene alto il nome di Abbiategrasso, anche a livello internazionale. S.O.

 

 

 

Views: 74