ABBIATENSE – Un gravissimo incidente, l’ennesimo sulla 526, la pericolosa strada che collega Abbiategrasso a Robecco. Una strada stretta che sopporta un traffico pesante, che passa anche per il centro e attraversa il ponte sul Naviglio verso Magenta, stimato a più di 17.000 mezzi al giorno. Primi a dare la notizia nel  pomeriggio di giovedì 22 agosto, che la strada Robecco era bloccata per un grave incidente, i gruppi social. Le immagini arrivate poco dopo mostravano due auto letteralmente a pezzi. Nel terribile frontale, in prossimità dell’ex Gaggia, ad avere la peggio è stata la donna alla guida della Citroen che si è scontrata con la Toyota che proveniva dalla parte opposta, con quattro persone a bordo. Cinque i feriti, la donna, 51enne di origini romene, residente a Robecco, la più grave, è stata trasportata in codice rosso in elisoccorso all’ospedale Niguarda di Milano. Gli altri quattro sono stati ricoverati in altri ospedali, uno in codice giallo a Legnano, altri al P.S. del “Fornaroli” di Magenta . Per due ore la strada è rimasta chiusa, il traffico deviato, mentre la Polizia Locale di Robecco cercava di raccogliere elementi per comprendere la dinamica dell’incidente e le responsabilità. Un incidente che ha dimostrato ancora una volta che la strada non è sicura e che è improcrastinabile metterla in sicurezza o creare un percorso alternativo. Ma il destino della strada di collegamento Vigevano –Malpensa che dovrebbe risolvere anche i problemi di Robecco è ancora in forse. Soprattutto per quanto riguarda il tratto che riguarda Robecco, quanto previsto dal progetto Anas è contestato dagli ambientalisti e anche le proposte alternative non trovano un consenso unanime. Intanto si continua a rischiare la vita come la poveretta coinvolta nell’incidente di giovedì scorso, operata due volte, è in prognosi riservata al Niguarda. (Foto di R. Garavaglia). E.G.

Views: 101