GAGGIANO – Il Rachinaldo, Circolo gaggianese per la ricerca sulla storia locale, presenta sabato 2 dicembre alle ore 21, presso la biblioteca Aldo e Cele Daccò, l’edizione 2018 del suo calendario: “I Gagianinn, volti e sorrisi della gente di Gaggiano”.

Il Calendario, giunto alla sua 14ª edizione, presenta per ogni mese del prossimo anno una fotografia scelta per ricordare i momenti lieti: feste, gite, cerimonie, riunioni conviviali della vita cittadina.

In 16 immagini (da gennaio a dicembre, più le copertine) si ritrovano ogni volta persone conosciute e scomparse, o trasferite in altre città, o più semplicemente invecchiate tanto da far esclamare ai più: ma guarda com’era! E’ il modo scelto dall’Associazione per rinsaldare i legami della comunità gaggianese, in continuo rinnovamento all’ombra della metropoli.

Questa volta, oltre alla proiezione delle immagini riprodotte nel Calendario, la serata vedrà la presentazione dell’ultima opera di un poeta dialettale, Peppino Cislaghi di Abbiategrasso che farà conoscere il suo “Cunfidens de Sacubigiu”.

Cislaghi, nato ad Abbiategrasso nel 1945, non ha mai lasciato la sua città, ha lavorato come operaio in una officina meccanica poi, come impiegato in una importante industria vetraria e non è nuovo alla ribalta letteraria. Nadia Taurian ha fornito le illustrazioni e Mario Comincini ha verificato la fondatezza dei riferimenti storici il personaggio a cui è dedicato il libro. L’ispirazione (e il titolo) portano a un dimenticato Luigi (Bigiu) Sacchi (Sacu), giramondo e contastorie abbiatense di metà Ottocento. Il ricavato delle vendite sarà destinato alla Caritas.

Al termine seguirà un piccolo rinfresco offerto dall’Associazione Porto Alegre di Abbiategrasso.

 

Views: 814