ABBIATEGRASSO – Prosegue il progetto del Ducato di Abbiate-Grasso, portato avanti dalla Società degli Scrittori Latinoamericani ed Europei (SELAE) e dalla Casa Editrice Julio Araya (EJA), diretta da Marcela Rodriguez, attiva nella valorizzazione della storia locale. Preziosa la collaborazione dello storico Luciano Provinciali, autore del libro intitolato “I tesori di Abbiategrasso” e dedicato in particolare a Palazzo Stampa e a Castelletto. Giovedì 1 ottobre c’è stato un incontro ufficiale in Municipio tra il “duca” di Abbiate-Grasso, Julio Araya, editore e storico cileno, presidente della SELAE, e il sindaco Pierluigi Arrara, che ha ricevuto una copia del libro. L’intenzione è di dar vita ad una collana sulla storia locale, visto il successo del primo libro che in modo semplice e accattivante racconta la storia di un importante monumento, un patrimonio artistico di tutti gli abbiatensi. Il progetto del Ducato di Abbiate-Grasso, che procede parallelamente con l’attività dell’associazione di scrittori e della casa editrice, era stato presentato lo scorso 8 maggio. “Il Ducato ha anche un suo timbro, il passaporto (uno diplomatico e uno da cittadino ufficiale), il visto, le cartoline, le buste postali ecc… – spiega Julio Araya – Abbiamo fatto delle ricerche storiche approfondite per scegliere anche lo stemma, abbiamo recuperato quello utilizzato dal 1830 al 1907. E’ stato preso dal ‘Dizionario Corografico dell’ Italia’, compilato per cura del prof. Amato Amati (1831-1904). Opera illustrata da circa 1.000 armi comunali colorate e da parecchie centinaia di incisioni intercalate nel testo rappresentanti i principali monumenti d’Italia”. Qual è l’obiettivo del ducato? “Il Ducato di Abbiate-Grasso è nato con la finalità di diffondere e promuovere i Monumenti Storici e il Patrimonio Abbiatense. E tramandare alle nuove generazione la storia, l’arte, la cultura e la tradizione di una città ricca come Abbiategrasso”. Il ducato di Abbiate-Grasso, governato dal duca Julio Araya, può insignire anche di titoli nobiliari, il primo è stato consegnato al sindaco Arrara, nominato “marchese”, il primo nobile abbiatense. “E’ un modo goliardico – spiega Araya – per dare dei riconoscimenti a chi si è distinto in qualcosa a favore della città, abbiamo preparato il documento con tanto di timbri ufficiali e lo abbiamo dato al sindaco. E’ anche questo un modo per valorizzare Abbiategrasso e i suoi cittadini, a partire appunto dal primo. Il ducato nasce da un gruppo di amici che intendono promuovere Abbiategrasso e la sua storia. Per il prossimo anno abbiamo in mente di organizzare un ciclo di conferenze sulla storia locale. Molti, ad esempio, non sanno che nella città di Abbiategrasso sono nati due Duchi di Milano, un Visconti e uno Sforza: Giovanni Maria Visconti (Abbiategrasso, 7 Settembre 1388 – Milano, 16 Maggio 1412) fu Duca di Milano, tra il 1402-1412. Gian Galeazzo Maria Sforza (Abbiategrasso, 20 Giugno 1469 – Pavia, 21 Ottobre 1494) fu Duca di Milano, tra il 1476–1494”. Julio Araya insieme alla moglie Marcela Rodriguez vive ad Abbiategrasso dal 2009, è originario del Cile, dove ha scritto libri e saggi sulla storia locale del suo Paese. Questa passione ha valicato ogni confine ed è ora al servizio della comunità abbiatense che, anche grazie al lavoro di squadra di Julio, Marcela e Luciano, può recuperare il suo passato e tramandarlo alle future generazioni. S.O.

Hits: 291