CISLIANO – A Cisliano si è appena festeggiata la nascita di una nuova associazione che ha a

cuore gli amici a quattro zampe: la Rescue Bau. Fondata dal desiderio comune di dare

speranza ai cani più sfortunati, questa organizzazione di volontariato si propone di aiutare a

360°, lavorando sia sul fronte umano sia sul fronte animale.

Era il 5 dicembre 2016 quando Alice studentessa di veterinaria, Valentina fisioterapista e

Ilenia educatrice cinofila s’incontravano presso quella che sarebbe presto diventata la sede

legale, per far nascere il loro grande sogno. E dopo solo un mese, con dieci nuovi volontari,

ecco le prime vittorie: otto amici pelosi accolti e una squadra di educatori cinofili e rieducatori

coordinati per seguire al meglio il loro percorso verso l’adozione.

“Il nostro obiettivo non è solo ritirare cani da altri canili e darli in adozione più velocemente

possibile – spiega Alice Castorina, presidente della Rescue Bau – ma arrivare a conoscerli a

fondo, capire quali sono i loro problemi e aiutarli a risolverli, rendendo l’adozione più

semplice sia per i cani sia per le famiglie che vorranno accoglierli.”

“Ho sempre pensato che il vero canile dovesse essere un’opportunità per migliorare la vita dei

cani, ma soprattutto delle persone – aggiunge Valentina Talamoni, vice presidente – e solo

conoscendo i cani, i loro limiti e le loro necessità è possibile consigliare al meglio coloro che li

vogliono adottare. Motivo per il quale il nostro sostegno non si limiterà alla consulenza in

canile, ma comprenderà l’affiancamento della famiglia nel primo periodo di vita a casa e anche

più avanti. In fondo per noi ogni cane è per sempre uno di noi!”.

Parole che denotano una profonda determinazione e lasciano trasparire l’esperienza che

hanno le tre fondatrici dell’associazione, volontarie da anni in altre realtà, attive sul campo

insieme da quattro anni e con alle spalle centinaia di splendide adozioni.

E poiché in Italia i canili sono ancora realtà spesso orribili, ove la sofferenza, la disperazione e

la morte sono protagoniste, è anche importante aiutare le persone a comprendere meglio il

problema, sensibilizzandole in ambito cinofilo e affiancandole in un percorso studiato per loro

e portato avanti con loro. Questo perché solo le persone possono cambiare un mondo reso

terribile dalle persone stesse e le ragazze delle Rescue Bau ne sono fermamente convinte.

Quindi, proprio per aiutare le persone, tra le attività dell’associazione si annoverano la

promozione della corretta cultura cinofila, la sensibilizzazione dell’opinione pubblica al

problema del randagismo e del maltrattamento animale, l’assistenza a privati cittadini e

l’organizzazione di stage e corsi aperti a tutti. Ma non solo, dato che anche il miglior maestro

ha bisogno di “fare esperienza”, insieme alla Rescue Bau, i futuri educatori cinofili potranno

fare tirocinio in canile, grazie alla collaborazione con la scuola cinofila “Il mio cane” di Rho.

Dal punto di vista animale invece, l’impegno è di soccorrere e riabilitare cani provenienti da

gravi situazioni di disagio psicofisico o sociale accogliendoli in una struttura idonea a

soddisfare tutte le loro esigenze. A tal proposito, dopo attente valutazioni è stata scelta la

Pensione Puttini a Gaggiano, nota nell’ambiente come una delle migliori pensioni della

Lombardia, dotata di personale esperto e ampi parchi per giochi e corse in libertà.

E poiché nessuna associazione no profit può sopravvivere senza fondi, i volontari Rescue Bau

sono già impegnati a far conoscere la loro piccola ma grande squadra, con banchetti, raccolte

cibo e volantinaggio in zona.

Ognuno di loro è determinato a raggiungere l’obiettivo e continuando con la forza d’animo e lo

spirito di squadra che stanno dimostrando, siamo cerci che presto nonno Frank, la piccola

Aria, l’indisciplinato Louis e tutti gli altri ospiti della Rescue Bau, presenti e futuri,

coroneranno presto il loro sogno: avere una famiglia che li ami e li rispetti. S.O.

Views: 1151