MORIMONDO – Una fantastica seconda edizione della “Birra in Abbazia” organizzata dall’associazione “Amici della Birra d’Abbazia” con il patrocinio del Comune di Morimondo svoltasi nelle tre serate del 14, 15 e 16 luglio. Il Festival delle Birre Artigianali è stato arricchito quest’anno da ospiti d’eccezione, infatti nella serata di inaugurazione dalle 18 hanno suonato gli “Effettoliga” la Tribute band di Luciano Ligabue, mentre alle ore 22 ha intrattenuto il pubblico (oltre 7.000 persone), con il suo carisma, proprio Marco Ligabue, apprezzato cantautore nonché fratello del celebre Luciano. Ripercorrendo canzoni che hanno fatto la storia della musica, da Vasco Rossi a Rino Gaetano fino ai suoi inediti, uno timbro vocale simile a quello del fratello, dal quale però si distingue completamente grazie ai due musicisti che lo accompagnano: Jonathan Gasparini alla chitarra e Diego Scaffidi alla batteria, un duo energetico capace di suonare anche le canzoni più contemporanee come “Wake me up” di Avicii. Nella serata di sabato invece protagonista del festival è stato “Mister X” un gruppo di giovani musicisti che suonano musica contemporanea interpretata in chiave rock, dai Red Hot Chili Peppers fino a Bruno Mars. A concludere il festival invece nella serata di domenica dopo i “Que viva”, una tribute band dei Litfiba, hanno suonato dalle ore 22 i “Barbablues”, un gruppo rock originario di Pavia. Ma oltre alla musica il vero protagonista del Festival sono stati i numerosi stand: ben dodici birrifici artigianali provenienti dai paesi limitrofi e cinque stand di street food che proponevano i cibi più disparati, dalle classiche salamelle ai dolci, fino alle pietanze più prelibate come arrosticini abruzzesi e bombette pugliesi nello speciale stand a forma di “trullo” di Alberobello. Decretato come “Miglior Festival della Birra nella provincia di Milano”, in questo 2017 l’affluenza si è raddoppiata rispetto alla prima edizione. Nonostante la festa di Morimondo fosse in concomitanza con la Notte bianca di Gaggiano, ha riscosso comunque un successo inaspettato: sono infatti transitati un numero non inferiore a 40 mila persone, stima deducibile dai parcheggi. Un successo incredibile riversatosi principalmente verso le bancarelle della birra: i 12 birrifici artigianali hanno consumato in media dieci fusti a testa per un totale di circa 10mila litri di birra spillati in sole tre serate. “Siamo riusciti a raggiungere un numero incredibile di persone, in parte grazie agli artisti di grande calibro che siamo riusciti ad ospitare – racconta Luca, proprietario dell’enoteca “Divino” di Abbiategrasso – un esito talmente positivo che numerose amministrazioni comunali di altri paesi ci hanno chiesto di organizzare questo festival anche nel loro comune”. Ad incrementare l’importanza della seconda edizione è stato anche il concorso “Vinci quattro casse di birra” partito a gennaio esclusivamente tramite Facebook, i partecipanti iscritti sono stati più di duecento, estratti in dieci, durante la serata del 15 luglio. Le quattro casse di birra tanto desiderate hanno decretato vincitore Christian M. numero 114, mentre gli altri vincitori hanno ricevuto bottiglie di birra artigianale. Un’iniziativa interessante per coinvolgere numerosi cittadini, e grazie al successo ottenuto il Comune di Morimondo potrà reinvestire il ricavato nella promozione turistica del territorio. Non resta che aspettare dunque la terza edizione del 2018, per un festival che punta a diventare una delle attrazioni più partecipate della provincia milanese. Ilaria Scarcella

 

 

 

 

Views: 1891