TREZZANO S/N – Venerdì 19 giugno abbiamo contattato l’assessore Leo Damiani per parlare della via San Cristoforo, una nuova problematica che ha fatto infuriare i residenti del quartiere Marchesina e risvegliato il Comitato di quartiere, che si è subito attivato con una raccolta firme. Quel senso unico in via San Cristoforo non è piaciuto e il Comitato di quartiere chiederà, tramite la raccolta firme su moduli disponibili in alcuni punti di ritrovo sparsi per il quartiere, il ripristino del doppio senso di circolazione. Però Damiani ci ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Il senso unico arriva fino a via Pascoli e non comprende, quindi, tutta la via San Cristoforo. Così il flusso di automobili scorre senza pericolo per gli scolari all’uscita dalle scuole di via Giacosa e per i fedeli in uscita dalla chiesa di Santa Gianna. Potevamo vedere già oggi il Comitato di quartiere ma hanno preferito vederci settimana prossima. Decisione loro”. Intanto il movimento Trezzano Oltre, che in Consiglio comunale è all’opposizione, rappresentato da Guido Gervasoni, fa notare che questa importante modifica alla viabilità è stata introdotta proprio nei giorni nei quali i cittadini sono stati invitati a sottoporre le proprie osservazioni al Piano Generale del Traffico Urbano. Il Piano è stato adottato nel febbraio 2014 e sono giunte ben 21 osservazioni fuori termine, perciò, per venire incontro alla cittadinanza, è stata stabilita una proroga di 30 giorni, che scadono il 26 giugno. Il Pgtu è stato predisposto dal Centro Studi Pim e non conterrebbe la modifica apportata in via San Cristoforo, quel senso unico che i cittadini non sembrano accettare. Valentina Bufano

Hits: 104