VERMEZZO CON ZELO – Un gruppo di cittadini di Vermezzo con Zelo ha voluto rispondere così alle dichiarazioni della consigliera di minoranza Daniela Filleti, pubblicate sul numero del 12 febbraio 2019.  “Sul vostro settimanale Filleti presentava  molti dubbi in merito all’iter amministrativo di fine mandato.  ‘Vorremmo – si legge nelle prime righe dell’articolo – proporre un cambiamento, una ventata d’aria fresca  nel panorama politico’. Ma il cambiamento -continua l’ex consigliera – ‘non deve essere legato né alla situazione passata né a quella presente, per cui si cercheranno persone che hanno già esperienza amministrativa e che garantiscono la loro competenza’. Ma quali persone? 1) Persone con esperienza fatta lontano da Vermezzo e da Zelo, quindi persone estranee alle problematiche del territorio e pertanto inadatte a suggerire soluzioni puntuali e funzionali. 2) Oppure persone del territorio, ex amministratori locali che hanno concluso da tempo il loro mandato e quindi disinformati sulle criticità attuali. 3) O anche ex amministratori della nostra zona da poco usciti dal confronto elettorale, ma che purtroppo non costituiscono quella ventata d’aria fresca che si era cercata. Non è questa la strada da seguire!

Se c’è vera passione, se si ama veramente questo piccolo ma prezioso ‘regno’ bisogna buttarsi dentro, giocare il proprio ruolo con tutta la competenza e la forza che il territorio richiede.

E Vermezzo con Zelo è un territorio di valore, con antiche origini di cui conserva ancora qualche pregevole resto, meritando perciò anche il nostro impegno.

Vermezzo, in mezzo al verde, come dice il suo stesso nome di origine latina. Quattromila abitanti che possono utilizzare ancor oggi una grande piscina estiva all’aperto in via di rinnovamento, una magnifica palestra in piena efficienza, un grande campo sportivo che prossimamente moltiplicherà attività e campi da gioco, una ‘cava’ attrezzata e ottimamente funzionante per gare da pesca e che trae vita da una delle ultime risorgive esistenti in Provincia, solo per accennare a qualche caratteristica del piccolo Comune in cui ci trovavamo e che ormai ha anche cambiato nome per l’avvenuta fusione.  E con Vermezzo c’è la Zelo in recente fusione, anch’essa prezioso scrigno di vetuste strutture antiche. Ma oltre a questo valido territorio Vermezzo con Zelo può contare sull’efficiente attività della Giunta, ormai decaduta, che ha portato gli Amministratori a partecipare ad un importante Bando Europeo per l’efficientamento energetico. E a vincerlo!

Tale vittoria permetterà di effettuare interventi edili e di impiantistica sui plessi comunali per circa 4 milioni di euro! Per il bene del nuovo paese i cittadini firmatari augurano a chi si metterà in gioco di realizzare veramente un buon lavoro, nella convinzione che ciascuno fabbrica da solo la propria fortuna, costruendola a piccoli passi, spostando ad arte le pedine del gioco, consapevole che il mago venuto da lontano detta soluzioni ad effetto, ma che spesso  il castello costruito sull’effimero è destinato ad una breve permanenza sul tavolo da gioco. Auguri al nuovo Comune, ‘Vermezzo con Zelo’.  Sta agli elettori, sta a noi cittadini votanti scegliere Amministratori ben decisi e ben formati, capaci di affrontare le incognite messe in gioco e di accogliere ponderandoli bene i rischi del ‘mestiere’, lavorando con passione per questo paese che ora, unito a Zelo Surrigone, sarà ancora più completo e meglio organizzato. Noi cittadini non cerchiamo primi attori, ma chiediamo correttezza e disponibilità, attenzione e amore per il territorio in cui si vive, evitando di mettersi in mostra perché consapevoli che la passerella è necessaria solamente nelle sfilate di moda.

Ma soprattutto ci auguriamo che le carte messe in gioco da questo o quel ‘giocatore’ siano sempre …carte trasparenti, pulite e funzionali alle necessità di noi cittadini!”

Hits: 202