Domingo come lo vedevano gli altri. Domingo raccontato con il cuore e le parole degli amici più cari. E’ questa l’idea del professor Gianni Mereghetti, subito sposata da Franco Tonoli e condivisa da tutta la grande famiglia di Anffas. Dare vita a un libro, l’ultimo di Domingo Grollino, per raccontare la sua storia: fatta di sofferenze e rinunce, ma anche di legami profondi, conquiste quotidiane, e caratterizzata da un grande amore per la vita. “Tanta gente lo ha conosciuto, in molti hanno condiviso con lui esperienze, percorsi, tutti gli hanno voluto bene. Siamo convinti che proprio queste persone, che si sono avvicinate a Domingo in periodi diversi della sua esistenza, abbiano molto da dire, raccontare. Testimonianze che oggi assumono un valore ancora più grande. Domingo Grollino è stato con noi per moltissimi anni, accolto inizialmente nel cdd, ancora giovanissimo, e più tardi nella comunità alloggio. I legami costruiti nel tempo restano vivi e forti. Un paio di anni fa aveva ricevuto la cittadinanza onoraria dall’allora sindaco di Albairate Giovanni Pioltini, che ha subito deciso di condividere il progetto del libro. Il professor Mereghetti, insieme ad altri colleghi del Bachelet, coordinerà le testimonianze che via via arriveranno. Lo scopo del libro è proprio questo: permettere a quanti hanno voluto bene al nostro Domingo di ricordare e raccontare, di parlare di lui e del grande uomo che è stato. Insomma, un libro che sarà fatto proprio dalle persone che hanno vissuto con lui pezzi di vita, condividendo gioie, sorrisi, fatiche e dolori. Vogliamo raccogliere testimonianze, aneddoti, ma anche foto e video”. L’idea è quella di suddividere il libro in tre parti, partendo dalla sua frequenza al centro Il Melograno, senza tralasciare le uscite sul territorio che gli hanno permesso di intrecciare relazioni, fare tanti incontri. Una seconda parte, raccontata propriodal professor Mereghetti, riguarderà l’esperienza di Domingo all’istituto Bachelet, per concludere con le testimonianze di tanti amici e associazioni. “Ma non c’è nulla di stabilito, siamo ancora in una fase embrionale, e ci piacerebbe davvero che a dare forma al progetto – conclude Tonoli – fossero proprio gli amici di Domingo. Chi desidera partecipare a questa esperienza di amicizia non deve fare altro che scrivere all’indirizzo memoriadidomingo@gmail.com”. Ora si cercano persone disposte a dare anche un contributo economico per sostenere i costi di stampa. Ecco i codici iban per aiutare Anffas nella realizzazione del progetto: Istituto San Paolo: IT 63 Y 030 6909 6061 0000 0170 491; Monte dei Paschi di Siena: IT 39 A 01030 32380 000003380347; Banco Desio: IT 06 B 03440 32380 000000273800. Causale: memoria di Domingo.

Views: 305