ABBIATEGRASSO – In Consiglio Comunale, lunedì 9 settembre, mentre l’Eco va in stampa, sono all’ordine del giorno anche la Mozione-dibattito “Realizzazione di nuove strutture commerciali e residenziali nell’area Ats2” e al punto 13, “l’Interrogazione valutazione dell’attività stragiudiziale afferente alla presentazione di piano attuativo Essedue” presentate dal gruppo consiliare Cambiamo Abbiategrasso. Il Parco Commerciale progettato da Essedue proprietaria di una parte dell’area Ats2, adiacente all’ex Siltal, continua e continuerà a far discutere, il nuovo Piano Attuativo della società Essedue è stato presentato il 7 luglio scorso e spiegato sommariamente in Commissione dal sindaco Nai, dall’assessore Albetti e dai tecnici comunali il 23 luglio al Castello, duramente contestato dal numeroso pubblico presente. Un diritto edificatorio innegabile secondo gli amministratori di maggioranza, inaccettabile e controproducente per chi ritiene che se realizzato, penalizzerebbe ulteriormente le attività commerciali presenti nel ‘centro commerciale naturale’ del centro storico e presenti un po’ ovunque in città. Le mozioni e interrogazioni di Cambiamo Abbiategrasso, capitanato da Domenico Finiguerra, chiedono ulteriori lumi e in particolare sull’attività stragiudiziale afferente alla presentazione del nuovo piano attuativo, attività per cui risulta documentato che il Comune ha pagato più di 10.000 euro a tre avvocati per più incontri con rappresentanti di Essedue per quella che da più parti e segnalazioni “sembra una vera e propria collaborazione alla stesura del nuovo progetto”. Serve fare chiarezza e spazzare ogni dubbio, la prossima settimana riferiremo puntualmente quanto emerge in Consiglio comunale. E.G.

Views: 15