ABBIATEGRASSO – Nell’ultimo Consiglio Comunale del  19 dicembre, il cons, Finiguerra ha chiesto ancora delucidazioni in merito alla vicenda del milione e 700.000 euro che l’Amministrazione deve pagare “senza avere una scuola ma solo un buco, un contratto c’era e c’è e l’Amministrazione poteva andare ad escutere una fidejussione, vorremmo sapere le motivazioni per cui non si è proceduto e se non avendo ottemperato a quanto previsto nel contratto sono state applicate delle penali”. Il sindaco Nai ha precisato che per il leasing il contenzioso è iniziato nel 2014 con la precedente Amministrazione Arrara quindi, essendo subentrato, non ha potuto fare altro che interpellare il legale, “l’avv. Guccioni che segue la vicenda – ha detto Nai –  che non ritiene una strategia efficace escutere la fidejussione. Le penali non sono state chieste perché la ditta Cesi poi fallita, ha eseguito dei lavori per cui è stata pagata da Ing Lease. Non ci riteniamo danneggiati”. Finiguerra  ha risposto: “Sono senza parole, c’era un contratto che prevedeva a garanzia di un’opera , una fidejussione, ho chiesto per quale motivo un ente pubblico nel momento in cui ci sono problemi, non escute una fidejussione e mi si risponde perché un avvocato lo consiglia? O non si aveva diritto o andava escussa la fidejussione di 418.000 euro, invece ne paghiamo 1.700.000. Un cittadino deve pagare le tasse e se non le paga gli vengono chieste le penali, invece noi non  escutiamo le fidejussioni, invito il Segretario Comunale ad approfondire di più un consiglio forse mal dato”. E.G.

Views: 110