ABBIATEGRASSO – “Come previsto, un solo progetto in gara e la scontata assegnazione” è il commento più ascoltato in piazza Marconi nei giorni scorsi, quando con un comunicato l’Amministrazione Nai ha ufficializzato che un’unica proposta è arrivata per la realizzazione della piscina comunale che sostituirà, nello stesso luogo l’Anna Frank, chiusa nel 2017 perché ammalorata. Dopo il comunicato che pubblichiamo di seguito, sono ricominciate le critiche al progetto che verrà realizzato: “Tutto era già deciso, d’altra parte lo aveva annunciato Nai già in campagna elettorale, quando aveva detto di avere pronta una cordata per realizzare il nuovo impianto. Non è stata neanche presa in considerazione un’altra proposta di fare una piscina più grande nell’area contigua allo stadio comunale, un primo passo per quella cittadella dello Sport che Abbiategrasso meriterebbe. C’è da chiedersi perché non si è voluto affidare ad Amaga il progetto piscina e come mai il sindaco Nai e l’assessore Albetti avevano già deciso fosse meglio la soluzione che, con un costo esorbitante, costruirà una ‘mini piscina’ invece di un impianto natatorio fruibile a tutti i livelli”. Di seguito il comunicato dell’Amministrazione, già pubblicato anche sui social, che ha suscitato i commenti riportati. “Martedì 3 settembre (come previsto dal disciplinare di gara) ha avuto luogo la prima seduta pubblica del seggio di gara costituito dai membri della Stazione Unica Appaltante della Provincia di Varese. In tale seduta, è stata verificata esclusivamente la documentazione amministrativa dell’unico concorrente che ha partecipato, in qualità di partner di progetto. Il Comune è in attesa di ricevere il verbale delle attività svolte, e il provvedimento di ammissione del concorrente alla procedura di gara”. E.G.

Views: 50