ABBIATEGRASSO – Giunta ormai alla settima edizione e nata da un reale bisogno della città, la raccolta straordinaria di alimenti è un appuntamento fisso della beneficienza abbiatense. Lo scorso anno sono stati raccolti 7.500 Kg di alimenti non deperibili grazie al lavoro di oltre 200 persone e degli 8.000 nuclei familiari visitati porta a porta da ragazzi, giovani e adulti della Comunità Pastorale San Carlo. Come ogni anno la Comunità è coinvolta a pieno: i ragazzi delle medie accompagnati dai loro educatori, armati di cartine e volantini, passano casa per casa avvisando le famiglie. Dopo alcuni giorni è il turno degli adolescenti che, nella fascia preserale, passano a ritirare quanto è stato preparato. Tutto conferisce in oratorio dove giovani e adulti smistano gli alimenti stoccandoli nella sala mensa che per due settimane si trasforma in efficiente magazzino. Da qui tutto quanto raccolto sarà consegnato presso il Portico della Solidarietà che si occuperà della distribuzione. Sembrerebbe essere una proposta caritativa stimabile come tante, “una grande opera di solidarietà” commenterebbero in molti, un’iniziativa che va aldilà della fede, un’iniziativa che avrebbe potuto fare chiunque, non per forza una realtà cattolica. È vero, non bisogna per forza essere cristiani per fare del bene e le tante realtà di volontariato presenti sul territorio ne sono una testimonianza inconfutabile. Ma gli educatori e i giovani impegnati in questa raccolta alimentare sanno che prima di tutto questa iniziativa è applicazione pratica del Vangelo, azione sorgente dalle parole di un Dio che, fatto uomo, decide di starci vicino attraverso i più bisognosi. Passare casa per casa, ogni sera per due settimane diventa quindi incontro col Signore in persona. Lo ha detto lui, appena dopo aver elencato le opere di misericordia “ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me” (Mt 25, 40). La raccolta porta a porta avverrà indicativamente dalle 18.00 alle 21.00 nelle seguenti date associate alle varie zone: Lunedì 2 dicembre Sforza. Martedì 3 dicembre Fiera. Mercoledì 4 dicembre Centro storico. Giovedì 5 dicembre San Gaetano. Lunedì 9 dicembre Sacro cuore. Martedì 10 dicembre Folletta. Mercoledì 11 dicembre Castelletto. Giovedì 12 dicembre Gennara – Ertos. Si potranno anche conferire alimenti presso la sala mensa dell’Oratorio San Gaetano dalle 20.00 alle 21.30 nei giorni di raccolta sopraindicati oppure presso la segreteria dell’oratorio negli orari di apertura. Sarà possibile donare alimenti non deperibili e per l’igiene personale quali: pasta, pastina, riso, farina, carne in scatola, tonno, olio, sale, zucchero, caffè, pancarrè, biscotti, dadi, scatolame vario (piselli, pelati, fagioli, lenticchie, ceci…), merendine, caramelle, generi per bambini (omogeneizzati, salviettine…), detersivo per lavatrice, detersivo per piatti, generi per pulizia personale (docciaschiuma, shampoo, saponette, dentifricio, spazzolini, schiuma da barba, lamette, assorbenti…).

Views: 32