ABBIATEGRASSO – Nella mattinata di giovedì 28 marzo, i Carabinieri della Stazione di
Abbiategrasso hanno arrestato il presunto capo della “baby gang” abbiatense, responsabile di rapine
e aggressioni compiute tra Abbiategrasso e Milano. Si tratta di un diciannovenne, accusato di rapina
in concorso e lesioni in concorso, celibe, disoccupato, con pregiudizi penali per reati di lesioni,
rapine e minacce. A inizio marzo erano stati arrestati nove ragazzi minorenni, una “banda” che si
ispirava ai metodi delle gangs di latinos, come i Latin King: con intimidazioni violente e aggressioni
portavano le vittime a cedere smartphones o capi di abbigliamento. Al presunto capo della banda
viene contestata anche un’aggressione avvenuta nell’estate del 2018, quando già era maggiorenne,
durante la quale avrebbe preso a calci e pugni in faccia un giovane per farsi consegnare soldi e un
cappello sotto la minaccia “Dammi i soldi o ti accoltello”. In ottobre, un altro episodio, avrebbe
colpito con violenza la vittima sul naso provocandogli una frattura scomposta, prima di portargli via
il cellulare.

Views: 0