ROBECCO S/N – La redazione ha ricevuto foto e filmati da automobilisti in coda in prossimità del ponte sul Naviglio Grande, con le indicazioni dei tempi di attraversamento intorno alla mezzora. Code che, da quando è in funzione il semaforo, non fanno quasi più notizia. A far notizia invece l’annunciata chiusura temporanea del ponte lunedì 15 giugno dalle 20 alle 5 del mattino successivo per effettuare le verifiche di tenuta del manufatto ottocentesco, sottoposto ogni giorno a traffico intenso e carichi notevoli. Gli accertamenti di stabilità da parte di Anas sono in corso da inizio giugno, la scorsa settimana è toccato ai Vigili del Fuoco , a bordo delle loro imbarcazioni, verificare lo stato delle basi del ponte immerse nell’acqua del Naviglio. Per ulteriori modifiche sulla superficie è stato scelto di lavorare di notte per limitare il più possibile i disagi che la chiusura diurna del ponte comporterebbe per chi va verso o viene dal magentino. A farne le spese con percorsi e tempi lunghi durante la chiusura notturna nelle date previste del 15 e del 22 giugno sono soprattutto i mezzi di soccorso, le ambulanze provenienti dal territorio dell’abbiatense che non può  contare di notte sul P.S. dell’ospedale Cantù e i Vigili del Fuoco per eventuali emergenze. L’accesso al ponte intanto è stato vietato a mezzi pesanti come i pullman della Stav, i passeggeri scendono da un pullman da una parte, attraversano il ponte a piedi e salgono su un altro pullman che li attende dall’altra parte ad una fermata temporanea. Una situazione non priva di disagi che tiene tutti col fiato sospeso, in attesa di conoscere, a fine mese, i risultati sulle condizioni di stabilità del ponte. Condizioni che, se risulteranno critiche, costringerebbero a trovare una soluzione, rimandata nel tempo ma che non sarebbe più rinviabile. E.G.

Views: 367