Io sto dalla parte della Le Pen!  afferma Andrea Pasini – Uno scontro senza precedenti è andato in onda il 14 marzo, sugli schermi della televisione pubblica francese. Ospiti del famoso talk show L’Emission politique c’erano, tra gli altri, la leader del Rassembement National Marine le Pen e collegato in video da Londra, l’ex premier italiano Matteo Renzi. I due politici, rappresentanti di due visioni del mondo completamente diverse, si sono scambiati reciproche accuse, visto che la Le Pen tifa notoriamente e saggiamente per Matteo Salvini. I mass media italiani hanno commentato l’aspro dibattito titolando quasi all’unanimità in modo favorevole stranamente per  Renzi. Ma la Le Pen non ha fatto mancare alcune battute al vetriolo indirizzate contro l’ex rottamatore, come quella in cui lo paragona, in senso negativo ovviamente, al presidente transalpino Emmanuel Macron. La protagonista assoluta della puntata è stata proprio la Le Pen. La leader del Rassemblement National si è confrontata con Nathalie Loiseau  ministro degli affari esteri europei fedelissima del Presidente della repubblica francese Macron. Ma il clou della serata,  – prosegue Andrea Pasini – almeno per noi italiani, è stato quando si è aperto il video collegamento da Londra con Renzi. L’ex premier italiano, esprimendosi in un discreto francese, ha cominciato subito all’attacco, ricordando come sia la Le Pen che Salvini avevano pronosticato un roseo futuro economico per la Gran Bretagna grazie alla Brexit. Tutto falso secondo Renzi, visto che starebbe accadendo “esattamente il contrario”. Il fu leader Pd, dunque, si schiera apertamente dalla parte dell’Unione europea tanto criticata dai sovranisti come la Le Pen.

A quel punto i toni dello scontro si sono fatti ancor più aspri. Marine Le Pen ha ricordato a Renzi di essere crollato dal 40% alle elezioni europee al 18% delle ultime politiche, battuto proprio da Matteo SALVINI e dal M5Stelle proprio a causa della sue strategie politiche fallimentari. Insomma secondo la Le Pen, Renzi assomiglia a Macron e si spera anche nella sconfitta elettorale. Ricordiamo a Renzi che Matteo quello buono SALVINI ha vinto le elezioni grazie ad una politica di semplice comprensione, che parla poco ma che fa tanto a differenza di quella di Renzi. Noi italiani abbiamo provato Renzi e non ci è piaciuto affatto ed i dati elettorali lo testimoniano in modo eloquente. Dichiara la Le Pen: ” a noi francesi piacerebbe avere il 4% di disoccupazione del Regno Unito, e i loro fondamentali economici. Se costringiamo i britannici a una hard Brexit ne pagheremo le conseguenze. L’Unione Europea sta uccidendo l’Europa”. E conclude così, tirando un missile contro Renzi: ”  lei è stato nominato premier non passando dalle elezioni, non è stato eletto da nessuno, io almeno mi sono presentata alle elezioni”. Insomma Renzi è stato riportato sulla terra dalle considerazioni della Le Pen probabilmente considerandola meno preparata di quello che realmente è. Alla fine il match si è concluso 3 a 0 per la Le Pen. conclude  Andrea Pasini di Trezzano Sul Naviglio

Views: 133