“Sono arrivati i re e le regine dell’ alta società! Salvini in questi ultimi giorni è subissato di critiche provenienti dai soliti ambienti radical-chic, l’accusa?  Quella di aver spettacolarizzato l’arresto del terrorista Battisti.  – afferma Andrea Pasini, imprenditore di Trezzano sul Naviglio – C’è da capirli, poveretti, erano abituati a governare questo paese fino a pochi mesi fa e a decidere loro (grazie a dei media sempre troppo compiacenti) chi e cosa meritava l’attenzione del pubblico. Non è più così. Da quando c’è Salvini al timone le cose vanno diversamente, grazie alle sue grandi doti di comunicatore riesce ad imporre la sua narrazione e visione. Una narrazione seconda la quale (giustamente) l’Italia e gli Italiani festeggiano, magari anche con poca compostezza, per l’ avvenuto arresto di questo verme. Tutta la sinistra si dispera per la mancanza di stile del Vice-Presidente del Consiglio. Viene da chiedersi poi da che pulpito vengano queste critiche: la seconda repubblica non ha brillato certo per formalità ed eleganza, neanche a sinistra. Eppure il piagnisteo continua. Certo non si era lamentato nessuno a sinistra quando Dilberto, all’ epoca ministro della giustizia del governo D’Alema, si era presentato ad accogliere Silvia Baraldini (un’ altra terrorista che purtroppo non ha mai visto veramente il cielo a scacchi) salvo poi ritirarsi all’ ultimo.
Un’ altra domanda sorge nella mente del cittadino attento: ma cosa avrà mai da insegnare un partito di morti viventi con percentuali ridicole ad un leader contrapposto che ha risollevato le sorti della Lega proprio grazie alla sua comunicazione popolare, vicina ai gusti e dentro gli orizzonti del popolo Italiano? Disperati e alla ricerca di qualche appiglio per criticare Salvini ( Critiche, oggi guarda caso, sempre rivolte alla forma e mai alla sostanza del suo governo, perchè quest’ ultima, forse se ne sono accorti pure loro, piace agli Italiani) si sono attaccati al vezzo popolare del Ministro degli Interni di indossare le divise delle varie forze dell’ ordine del nostro paese. – prosegue Andrea Pasini – Usanza diffusa nella maggior parte dei paesi dell’ Occidente, molte volte anche gradita dagli stessi appratenti alle rispettive forze, poichè li fa sentire rappresentati, e gradita anche alla cittadinanza. Ancora una volta, basterebbe questo a far capire la nullità della proposta politica della sinistra attuale che deve attaccarsi al vestiario per non cadere nella irrilevanza totale. Ecco la sinistra in tutto il suo elitismo critica questa usanza: nella visione tipica del radical chic il popolo bue e gli sgherri della polizia devono accettare placidamente la loro guida illuminata. Questi atteggiamenti fanno sorgere parecchie domande a tutti, tranne alla sinistra che, per grazia di Dio e a beneficio del popolo Italiano, continua imperterrita nella sua strada verso il suicidio politico. Avanti così, il popolo e i gli appratenti alle forze dell’ ordine vi salutano contenti, sapendo che avete umiliato il primo e tolto finanziamenti ai secondi, rendendovi anche voi complici (insieme ai vostri coccolatissimi clandestini) dell’emergenza sicurezza degli ultimi anni” conclude Andrea Pasini di Trezzano Sul Naviglio

Views: 0