MAGENTA –  La città di Magenta ha dichiarato guerra all’abbandono dei mozziconi di sigaretta, fenomeno purtroppo tanto diffuso quanto dannoso per l’ambiente e il decoro cittadino. Il problema si nota sia nelle zone periferiche che in quelle centrali, ma risulta più accentuato nelle aree antistanti le attività commerciali.

Carte e mozziconi di sigaretta abbandonati davanti a un negozio non sono un buon biglietto da visita per il negozio stesso e per la città in generale: per questo, AEMME Linea Ambiente, in accordo con l’Amministrazione Comunale, ha deciso di fornire ai gestori delle attività commerciali i cosiddetti “cenerini”, contenitori adibiti, appunto, ai mozziconi e dotati di un vano dove è possibile gettare rifiuti poco ingombranti, come carte e lattine.

L’iniziativa s’inquadra nella campagna “Differenzia di+” (- rifiuti + sorrisi), finalizzata all’educazione ambientale e alla sensibilizzazione verso la raccolta differenziata che AEMME Linea Ambiente sta conducendo nei Comuni in cui presta i propri servizi. Su ciascuno dei contenitori in distribuzione compare lo slogan “Magenta, la tua casa a cielo aperto: rispettala”, che intende sollecitare i cittadini a impegnarsi per tenere pulita la città, esattamente come fanno ogni giorno a casa propria.

La speranza è di riuscire a sensibilizzarli e a modificare i loro comportamenti scorretti che, a volte, sono solo frutto di distrazione o di cattive abitudini ormai acquisite. Ma se ciascuno si mette d’impegno e fa la propria parte, l’ambiente ne beneficia sicuramente.

Va tenuto presente che una semplice sigaretta dotata di filtro(come la maggior parte di quelle in commercio), ci mette dai 2 ai 4 anni per decomporsi, proprio perché il filtro è fatto di acetato di cellulosa, un materiale chimico sintetico molto resistente. Nei mozziconi, inoltre, si trovano moltissimi inquinanti, quali nicotina e benzene, gas tossici come l’ ammoniaca e l’acido cianidrico, nonché composti radioattivi come il polonio-210.

Se si pensa a quante persone, ogni giorno, buttano a terra almeno un mozzicone di sigaretta, non è difficile immaginare come e quanto l’ambiente in cui viviamo sia costantemente sotto assedio.

Sono 100, i contenitori messi a disposizione dei commercianti che hanno fatto richiesta all’Ufficio Ecologia del Comune, dimostrando un grande senso civico e uno spiccato desiderio di collaborare con le istituzioni, per rendere Magenta una città più pulita e più vivibile.

Così Enzo Salvaggio, assessore all’Ecologia: <<Ringrazio sin d’ora i commercianti per la sensibilità che dimostreranno. Crediamo molto in quest’iniziativa, così come in tutte quelle finalizzate ad aumentare il decoro della nostra città. Come cittadino, prima che come assessore all’Ambiente della nostra Magenta, ritengo che se ciascuno farà la propria parte con convinzione, impegno e costanza, il risultato non tarderà a manifestarsi e potremo dirci orgogliosi di vivere in una città che potrà essere presa ad esempio di ordine e pulizia. Uniamo, dunque, le forze, mettendo insieme il lavoro quotidiano di chi pulisce (AEMME Linea Ambiente) e quello di chi, rispettando le regole, non sporca>>.

Come si diceva, i contenitori saranno posizionati all’ingresso delle varie attività commerciali, nei giorni e negli orari di apertura delle stesse. Per evitare furti o danneggiamenti, gli esercenti saranno tenuti a ritirarli prima della chiusura del negozio e a riesporli il giorno successivo. Anche lo svuotamento e la pulizia saranno a loro carico.

 

Views: 67