ABBIATENSE – “Senza una deroga alle norme nazionali, il Pronto Soccorso di Abbiategrasso non può essere riaperto.

Questo concetto e’ stato fatto proprio e condiviso dal Consiglio regionale (con il voto favorevole anche del consigliere in questione) attraverso il dispositivo della mozione approvata il 7 maggio scorso che ‘invita il presidente e la Giunta a garantire la sicurezza dei pazienti con personale adeguato, chiedendo la deroga al dm 70/2015”.

L’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, risponde così

alle dichiarazioni di un consigliere di opposizione in relazione alla chiusura notturna del Pronto Soccorso di Abbiategrasso. “Capisco che al consigliere convenga fingere di non sapere – sottolinea l’assessore Gallera – ma almeno ‘saper leggere’ dovrebbe essere una prerogativa essenziale per un rappresentante dei cittadini.

E’ inutile speculare sul contenuto di una lettera siglata dal direttore generale del Ministero della Salute, le ‘funzioni organizzative in capo alle Regioni’ non autorizzano nessuno alla violazione delle leggi nazionali. Il consigliere se ne faccia una ragione, noi rispettiamo le norme e la legalità. Senza una deroga, quindi, come affermato nettamente dall’Aula consiliare, non si può agire”. “Il 4 giugno – sottolinea Gallera – ho scritto personalmente al ministro della Salute Giulia Grillo, allegando la Mozione approvata e chiedendo un riscontro. E’ questa la richiesta, fondamentale nella sua chiarezza, a cui il ministro deve garantire una risposta”.

“Sarebbe il caso di considerare – conclude l’assessore – che i cittadini di Abbiategrasso non meritano di essere costantemente presi in giro con dichiarazioni strumentali e false promesse che mettono a rischio la loro sicurezza e la credibilità delle istituzioni. Invito dunque il consigliere a canalizzare le sue energie per sollecitare il Ministero a garantire un adeguato riscontro”.

 

Hits: 56