ABBIATEGRASSO – Sabato 16 febbraio nella chiesa di San Bernardino è stata inaugurata la mostra “La prima carità al malato è la scienza”, una mostra che racconta la vita di Giancarlo Rastelli, un cardiochirurgo appassionato all’uomo. Il presidente del Centro culturale Shalom, Simone Paolucci, ha inaugurato la mostra su Rastelli alla presenza di mons. Innocente Binda e del sindaco Cesare Nai che sono intervenuti sottolineando che questa mostra racconta di un bene dentro una società in cui spesso ci si lamenta o si evidenzia il negativo. A raccontare di Giancarlo Rastelli sono intervenuti Veronica Sandroni, una delle curatrici della mostra, e Paolo Ciliberti, cardiologo pediatrico dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma. Veronica Sandroni ha raccontato con entusiasmo da dove è nata l’idea della mostra e i passi che questo appassionato gruppo di studenti universitari ha fatto per conoscere Giancarlo Rastelli che per loro prima era solo il nome di una importante procedura clinica poi è diventato un volto sempre più interessante perché segnato da una profonda umanità. Che Rastelli eserciti una così grande forza attrattiva lo si è visto nella vivacità di questa studentessa di medicina, capace di coinvolgere i numerosi presenti all’inaugurazione della mostra. Paolo Ciliberti ha testimoniato come l’incontro con  la vicenda umana di Rastelli abbia segnato non solo la sua professione, ma la sua vita. Quello con Rastelli  è stato ed è l’incontro con un uomo appassionato a tutto della vita, capace di portare in corsia il senso del vivere che ha incontrato nel cristianesimo. Il dott. Ciliberti ha evidenziato che l’eccezionalita’ di Rastelli sta nella sua ordinarietà, la sua umanità vibrava dentro il quotidiano, in questo è stato un uomo straordinario. Veronica Sandroni ha poi fatto una visita guidata con grande freschezza e ricchezza di particolari, così i presenti hanno potuto gustare la bellezza della mostra e avvicinarsi ancor di più al l’umanità di Rastelli. La mostra rimane aperta tutta settimana nella Chiesa di San Bernardino ad Abbiategrasso. È’ la proposta che il Centro Culturale Shalom e Comunione Liberazione fanno nella settimana in cui si fa memoria di don Luigi Giussani nel nono anniversario della sua morte.

La settimana si chiuderà con lo spettacolo teatrale “Matteo ragioniere di Dio” con Andrea Carabelli: domenica 24 febbraio alle ore 18 presso l’ex convento dell’Annunciata ad Abbiategrasso. Gianni Mereghetti

 

Hits: 89